Il primo giorno dell'anno trascorre spesso tra il sonno e la noia: chi ha partecipato ai festeggiamenti del 31 dicembre, in piazza o in discoteca fino al mattino, trascorrerà buona parte del 1° gennaio a dormire mentre, per chi non ha fatto le ore piccole durante la notte di San Silvestro, la noia è dietro l'angolo. Scopriamo allora cosa fare il primo gennaio, una giornata in cui potete dedicarvi ad una gita, visitare musei, presepi o per assistere ad eventi che si ripetono ogni anno in alcune città italiane, come ad esempio il bagno del primo dell'anno. Ecco alcune idee per il primo gennaio 2018 per cominciare il nuovo anno con una marcia in più!

Visita ai presepi di sabbia per le amanti della tradizione

Il primo gennaio può essere l'occasione giusta per visitare i presepi di sabbia presenti su alcune spiagge della costa romagnola e veneta. Un'idea per una gita fuori porta davvero suggestiva con personaggi del presepe a grandezza umana con paesaggi e immagini che vi lasceranno a bocca aperta. Sulla costa romagnola, vi consigliamo di visitare il presepe di sabbia di Rimini dal 7 dicembre al 21 gennaio 2018 che si trova in P.le Boscovich, zona porto. Accanto al villaggio natalizio e alla pista di ghiaccio di Rimini è possibile ammirare la magia della Natività in una scenografia con gruppi scultorei a grandezza naturale, in un percorso inedito creato dagli artisti della sabbia.Tra i presepi di sabbia al coperto c'è quello sulla spiaggia di Torre Pedrera bagni 64 e 65, sempre a Rimini. In Veneto è famoso il presepe di sabbia di Jesolo visitabile dall'8 dicembre all'11 febbraio 2018, il Sand Nativity, presente il piazza Marconi con ingresso gratuito e la possibilità di visite guidate e giochi didattici per i bambini. Anche a Salerno sarà possibile visitare un suggestivo presepe di sabbia dal 7 dicembre al 14 gennaio allestito presso le arcat del quadriportico del Museo Diocesano "San Matteo" di Salerno, in Largo Plebiscito. Il costo dell'ingresso è di 2 euro per gli adulti e gratuito per i bambini sotto il metro di altezza.

Bagno del primo dell'anno per le temerarie che vogliono vivere un capodanno da brividi

In alcune città italiane c'è una consuetudine da brividi: il bagno del primo dell'anno, un atto per veri coraggiosi a cui è possibile anche solo assistere. Ecco alcune località da nord a sud nelle quali si preatica questa particolare usanza. La città di Viareggio, in Toscana, raggiunge quest'anno la settima edizione e detiene tutt'ora il record di partecipanti: 322 per l'edizione del 2017. L'appuntamento è alle 10:00 a Piazza Mazzini e il tuffo è previsto per le 12:00 con ingresso libero a tutti. Questo evento è gemellato con il tuffo di Capodanno della città di Brindisi, nella località pugliese l'appuntamento è arrivato alla nona edizione, ed è possibile iscriversi fino al 30 dicembre presso il Centro Commerciale le Colonne (Brindisi). L'incontro per il primo bagno dell'anno tra le onde gelide del mare d'inverno è previsto alle ore 10:00 in Località La Sciaia – La Conca con tuffo alle ore 11:00.

Musei aperti da Milano a Napoli il primo gennaio 2018 per chi non rinuncia alla cultura

Per chi vuole trascorrere un primo gennaio 2018 all'insegna della cultura può essere complicato trovare musei aperti: Milano e Torino offrono un'ampia scelta con aperture speciali per il primo dell'anno. Chi vive a Milano, o chi si trova nel capoluogo lombardo per le festività natalizie, potrà visitare diversi musei che resteranno aperti anche il 1° gennaio 2018, ma solo di pomeriggio: il Museo del Novecento, la collezione permanente di Mudec (Museo delle Culture di Milano), che ospita anche le mostre Klimt Experience ed Egitto. La straordinaria scoperta del Faraone Amenofi II. Si potranno poi visitare le mostre del Palazzo Reale: tra cui "Dentro Caravaggio", "Il mondo fuggevole di Toulouse-Lutrec", fino alla mostra dei costumi del Teatro alla Scala dagli anni Trenta ad oggi.

A Torino l'offerta museale per il primo gennaio 2018 è davvero ampia con ben 12 musei aperti tra questim alcuni saranno aperti tutto il giorno: il famoso Museo Egizio aperto tutto il giorno dalle 9:00 alle 18:30, la Reggia di Venaria dalle 11:00 alle 18:30, il Borgo Medievale dalle 9:00 alle 19:00 e la mostra Mirò a Palazzo Chiablese dalle 12:30 alle 19:30. Per altri musei è prevista l'apertura pomeridiana come per l'emozionante Museo del Cinema allestito all'interno della Mole Antonelliana, che sarà aperto dalle 15:00 alle 20:00, Palazzo Madama e il MAO (Museo D'Arte Orientale) aperti dalle 14:00 alle 18:00. Da non perdere poi la mostra Human Bodies -the exibition, mostra scientifica molto interessante per gli amanti di anatomia.

Per chi si trova a Napoli i musei aperti il primo gennaio 2018 sono davvero pochi, quindi prendete appunti! Potrete così approfittare di questa giornata dedicarvi all'arte e alla cultura e visitare il Museo Madre, aperto dalle 14:00 alle 19:30: il costo del biglietto è di 8 euro e ridotto 4 euro, oppure fare una visita al Maschio Angioino che sarà aperto dalle 9:00 alle 14:00, potrete così visitare la Cappella Palatina. All'interno di Castel Nuovo è presente la mostra su Antonio Ligabue, uno dei pittori più rappresentativi del Novecento. Il prezzo per i giorni festivi è di 8 euro e ridotto 6 euro. Anche la chiesa di San Domenico Maggiore resterà aperta il primo gennaio pe tutta la giornata.