La piastra per capelli è uno strumento essenziale per lo styling, perchè permette di avere un liscio perfetto in poche mosse.

Le migliori piastre per capelli sono progettate per non rovinare la chioma e migliorare la salute del capello: grazie al rivestimento in ceramica ionica o tormalina, e grazie in qualche caso alla funzione vapore, le nuove piastre sono molto più rispettose della salute della nostra chioma rispetto al passato.

Tuttavia anche il migliore modello di piastra per capelli rischia di rovinare il cuoio capelluto e le lunghezze se non utilizzato bene: vediamo quindi come fare per utilizzare al meglio la piastra per capelli, ottenendo un liscio impeccabile e allo stesso tempo prendendoci cura della nostra testa.

Come usare la piastra senza rovinare i capelli

Come utilizzare la piastra per capelli nel modo migliore? Eccolo spiegato in poche e semplici mosse per una chioma più sana e un liscio effetto seta:

  1. Utilizza la piastra soltanto sui capelli asciutti: rimuovi bene tutta l'acqua e l'umidità sia dal cuoio capelluto che dalle lunghezze, in modo da avere i capelli perfettamente asciutti prima di iniziare a passare la piastra. È molto importante che tu abbia asciugato bene tutti i capelli, perchè altrimenti il calore della piastra sulle ciocche bagnate potrebbe bruciarle e inaridirle.
  2. Pettina bene i capelli prima di iniziare a passare la piastra: evitando di elettrizzarli, utilizza una spazzola in legno o un pettine a denti larghi per sciogliere tutti i nodi e facilitare il lavoro della piastra.
  3. Applica uno spray termoprotettore prima di iniziare: in commercio ci sono molti termoprotettori di marche diverse, da applicare sulle lunghezze e le punte dei capelli asciutti. Lo spray termoprotettore aiuta a mantenere l'idratazione del capello e a evitare la formazione di doppie punte.
  4. Scegli la temperatura giusta: se hai i capelli già abbastanza lisci, non sarà necessario impostare temperature elevatissime. Fai qualche tentativo e trova la temperatura giusta per la tua chioma, in modo da evitare che la piastra diventi troppo calda e secchi i capelli.
  5. Evita di passare più volte sulla stessa ciocca: suddividi bene tutta la chioma in diverse ciocche, e cerca di non ripassare mai più di due volte sulla stessa porzione di capelli.
  6. Aspetta che i capelli si raffreddino: prima di pettinarli con la spazzola o anche con le dita, aspetta qualche minuto. La proteina del capello, ovvero la cheratina, si stabilizza solo quando è fredda, quindi se inizierai a passarti le mani tra i capelli ancora caldi questi perderanno il loro styling.
  7. Pulisci la piastra alla fine dello styling: una piastra pulita è necessaria per una chioma sana. Dopo aver terminato di passare la piastra sui capelli, aspetta che si raffreddi e puliscila con un panno umido.

Potrebbe interessarti anche: come pulire la piastra per capelli

Capelli mossi e boccoli con la piastra

Non solo capelli lisci: la piastra, soprattutto se di dimensioni più ridotte, riesce per chi ha manualità a creare anche onde, capelli mossi e veri e propri boccoli.

Cerchi un modo per fare le onde e i capelli mossi con la piastra? In questo articolo ti spieghiamo passo passo come fare, ma una cosa è certa: anche in questo caso sarà necessario dotarsi di uno spray termoprotettore di qualità, evitare di impostare temperature troppo elevate e di tornare infinite volte sulla stessa ciocca.

Allo stesso modo sarà importante dotarsi di una piastra di buona qualità: anche in questo caso, meglio se con un rivestimento in ceramica e con effetto ionizzante, in modo da evitare che il capello si secchi troppo e diventi crespo.