Struccare gli occhi e le ciglia è un gesto da svolgere ogni sera, prima di andare a letto: ma sappiamo farlo nel modo giusto? La zona oculare è molto delicata, e gli occhi sono particolarmente sensibili: si irritano e si arrossano facilmente, se non trattati nel modo giusto. Quando a fine giornata rimuoviamo il trucco dal viso, allora, facciamo attenzione ai gesti che compiamo, e alle tipologie di prodotti che utilizziamo. La prima regola è struccare il viso separatamente dagli occhi. Ma scopriamo di più.

Le fasi per struccare gli occhi senza stressare la pelle e le ciglia

Come abbiamo anticipato, è importante struccare il viso e gli occhi in due fasi differenti, per non rischiare di irritarli. La prima cosa da fare quando strucchiamo gli occhi è rimuovere il mascara: bagnate il dischetto di cotone con lo struccante specifico, appoggiatelo sulle ciglia e tenetelo per almeno 10 secondi, così da sciogliere il trucco. Tirate via delicatamente il trucco, poi piegate il dischetto e passatelo sotto gli occhi per ripulire la zona. Ora non vi resta che eliminare il resto del trucco, soprattutto i residui di eyeliner e matita: in questo caso utilizzate un bastoncino di cotone imbevuto nello struccante. Molto importante poi risciacquare il viso, per eliminare i tensioattivi contenuti nei prodotti struccanti e che resterebbero sulla nostra pelle.

I prodotti giusti per struccare gli occhi e quelli da non utilizzare

Lo struccante bifasico è quello più veloce per rimuovere il trucco dagli occhi: è composto da una parte acquosa e l'altra oleosa. Si tratta quindi di un prodotto con una maggiore componente di grasso, rispetto allo struccante occhi tradizionale, e non aggredisce una zona tanto delicata del viso. Lo struccante bifasico è ottimo anche per rimuovere il trucco waterproof: la parte oleosa serve a sciogliere il mascara, mentre la parte acquosa dona agli occhi una sensazione di freschezza. In alternativa è possibile utilizzare l'acqua micellare, più delicata e adatta anche a struccare gli occhi sensibili. Ovviamente questo prodotto è poco adatto al trucco waterproof, ma è consigliato come struccante delicato.

Per struccare gli occhi, invece, non utilizzate il latte detergente: la sua funzione, infatti, è quella di pulire il viso al mattino o di rimuovere un make up molto leggero, ma non è uno struccante, soprattutto per gli occhi: vi costringerebbe a strofinare troppo, prima di rimuovere il trucco. Anche i detergenti oleosi non sono adatti: in questo caso, però, perché appesantiscono troppo una zona delicata come quella degli occhi.

Oli naturali struccanti: come utilizzarli per gli occhi

Se non volete utilizzare i prodotti in commercio, un'alternativa sono gli oli naturali, da utilizzare però con attenzione: potrebbero infatti irritare gli occhi. Questi oli naturali non vanno utilizzati puri sulle palpebre: bagnate un dischetto struccante con acqua calda e aggiungete poi 2 gocce di olio, così da realizzare uno struccante bifasico naturale. Tra gli oli naturali indicati per struccare gli occhi ci sono l'olio di cocco, l'olio di oliva e quello di riso: da evitare, invece, l'olio di argan e quello di mandorle, perché sono troppo ricchi.

È possibile struccare gli occhi senza struccante?

Ma cosa fare in caso di emergenza, quando non abbiamo a disposizione uno struccante? La cosa da evitare sicuramente, è struccare gli occhi con acqua e sapone: non elimina il trucco efficacemente e vi costringe a strofinare troppo gli occhi. In questi casi meglio utilizzare la crema contorno occhi: applicatela sulle ciglia massaggiando delicatamente. Infine sciacquate con acqua tiepida e asciugate delicatamente. Ci sono poi i panni struccanti in microfibra: vi basterà bagnarli sotto l'acqua calda e il gioco è fatto.