Si avvicina il cambio di stagione e sono tanti gli abiti che sono rimasti nell'armadio, alcuni perché vecchi, altri perché non ci piacciono più. Non preoccupatevi, possiamo riutilizzare i vecchi vestiti rimodernandoli e trasformandoli in qualcosa di diverso. Che si tratti di riciclare vecchie magliette  o altri capi d'abbigliamento basta avere un po'di manualità e tanta fantasia dopo aver fatto pulizia nell'armadio.

Come riciclare vestiti vecchi: idee fai a te da realizzare

Nei nostri armadi ci sono sempre jeans, camicie, magliette e abiti a cui possiamo dare nuova vita sia per riutilizzarli ancora come capi d'abbigliamento, ma anche per creare qualcosa di nuovo realizzando un oggetto completamente diverso. Non è difficile, basta avere un po' di tempo a disposizione e un po' di pazienza per reinventare i vostri vecchi vestiti con il fai da te. Chi invece non ha tempo, ma ha la necessità di liberarsi di vecchi capi d'abbigliamento, può partecipare ad interessanti iniziative proposte da grandi store di abbigliamento come H&M che propone "Bring it – Portali da noi"  per riciclare abiti usati riutilizzando i tessuti e dando vita a nuovi capi. Per chi invece non vuole rinunciare al fai da te ecco tante idee da realizzare.

Jeans

Di solito i jeans sono i capi a cui ci affezioniamo di più e che difficilmente vogliamo buttare via. Ecco come riutilizzarli!

Scoloritura: se il modello ci piace ancora ma il colore è davvero fuori moda possiamo scolorirlo così da renderlo più fashion.  Per realizzarlo vi occorrono:

  • pietra pomice;
  • candeggina
  • guanti

La prima cosa da fare è immergere il jeans nell'acqua alla quale avrete aggiunto la candeggina (non dimenticate di indossare i guanti) la proporzione sarà di 1 litro di candeggina per 20 litri di acqua per ottenere una scoloritura media. Se volete che il jeans si scolorisca tutto nello stesso modo lasciatelo disteso. Per un effetto diverso potete immergerlo in una bacinella più piccola o fare dei nodi utilizzando degli elastici: man mano che scendete fate nodi più stretti così il jeans sarà più scolorito nella parte bassa. Dopo lavate il capo per eliminare l'odore di candeggina. Se volete realizzare parti più usurate utilizzate la pietra pomice sulle zone che volete evidenziare.

Pantofole: se invece i nostri vecchi jeans non ci entrano più o sono davvero vecchi, possiamo riciclarli in modo creativo realizzando delle bellissime pantofole. Ecco cosa vi occorre:

  • jeans;
  • gommapiuma;
  • forbici;
  • ago e filo;
  • metro.

Per le misure potete prendere come esempio un vostro paio di ciabatte oppure utilizzare il metro. Per creare la suola tagliate dal jeans due rettangoli e smussate gli angoli: la misura dovrà essere quella che avete preso in precedenza. Mettete l'uno sull'altro i due rettangoli e cuciteli lasciando aperto un bordo nel quale infilerete la gomma piuma tagliata a rettangolo che dovrà essere di un centimetro più corto nel lato corto e in quello lungo.

Camicie

Sono davvero tante le cose da realizzare con le vecchie camicie. Possiamo donare una vita nuova a capi fuori moda o che non riusciamo più ad indossare. Ecco come!

Gonna: potete anche trasformare una vecchie camicie in una gonna originale. Per farlo vi occorrono:

  • due camicie;
  • gessetti;
  • spilli.

Su un tavolo grande aprite le due camicie e mettetele vicine facendo combaciare la parte delle asole. Ora procedete abbottonando insieme le parti anteriori delle due camicie, giratele sulla parte posteriore e abbottonate anche quella. Se i bottoni delle due camicie non dovessero combaciare con le asole, allora staccateli tutti quelli che non combaciano e, grazie all'aiuto degli aghi ridefinite la zona giusta in cui ricucirli in modo che si abbottonino alla perfezione.

Grembiule da cucina: per realizzare questo grembiule dovete essere un po' pratiche con ago e filo ma la creazione è davvero molto semplice. Cosa vi occorre:

  • forbici
  • macchina da cucire;
  • ago e filo.

Per cominciare tagliate le maniche vicino alle cuciture lasciando solo il colletto, poi ripassate il bordo con la macchina da cucire applicandoci su un bordino in cotone: in questo modo non si sfilaccerà. Fate la stessa cosa con le parti di camicia che diventeranno i laccetti per il grembiule. Chi non ha o non sa utilizzare la macchina da cucire può fare il lavoro a mano fermando i bordi con ago e filo. Il vostro grembiule è pronto!

Colletto decorato: i colletti decorati sono davvero molto amati dalle donne. Permettono di arricchire maglioni e vestiti facendoli diventare più luminosi e trendy. Per realizzarne uno con una vecchia camicia vi occorrono:

  • giornale;
  • camicia da cui ritagliare la stoffa;
  • silicone (da applicare con apposita pistola);
  • decorazioni a scelta.

Utilizzate il giornale per definire la forma del colletto, appoggiatelo poi su una vecchia camicia e ritagliate. Ora è il momento di aggiungere le vostre decorazioni che attaccherete con del silicone. Potete poi chiudere il colletto con una spilla da balia o cucirci un bottone, altrimenti potete utilizzare dei nastrini da incollare all'estremità del colletto in modo da chiuderlo realizzando un semplice fiocco. Per realizzare questo colletto potete utilizzare anche vecchi pantaloni. 

Vestito

Vediamo ora due idee semplici per rinnovare i nostri vecchi abiti.

Abito mospalla: se nell'armadio avete un vestito ampio in viscosa che non vi piace più, allora potete tagliarlo in orizzontale all'altezza del seno, cucite poi il bordo della parte superiore e tagliate un fianco fino ad arrivare all'altezza della vita. Lasciate solo due o tre centimetri nella parte alta per la spallina: avrete così ottenuto un abito monospalla.

Da lungo a corto: se avete un vestito lungo che volete rendere più pratico, potete accorciarlo. Ecco cosa vi serve:

  • metro da sarta;
  • spilli;
  • nastro adesivo termico;
  • ferro da stiro.

Scegliete la lunghezza che desiderate  e prendete bene le misure. Fissate poi tutto con gli spilli e mettete il vestito su un piano da lavoro, ricontrollate che la piega presa sia a posto e tagliate la stoffa lasciando 5 centimetri rispetto alla piega, così da poter rimediare se l'abito vi sembrerà troppi corto. Preparare il ferro da stiro che dovrà essere ben caldo e passatelo sulla piega in modo da far rimanere il segno. Una volta tolti gli spilli inserite il nastro termine nella parte interna della piega e ripassate più volte il ferro.