La pulizia del bagno è forsa la più difficile e noiosa di tutta la casa, anche se è importante mantenerlo sempre pulito, combattendo così germi, batteri, calcare e muffa. Per una pulizia accurata, oltre ai detergenti e ai rimedi naturali adatti, è importante avere delle piccole accortezze quotidiane per evitare di fare poi troppa fatica. Ecco allora come pulire il bagno in poche mosse, con i consigli per avere sanitari come nuovi e una stanza da bagno igienizzata e profumata.

Pulizia del wc: come disinfettarlo e sbiancarlo

Anche se per molti è un lavoro ingrato, la pulizia del wc è fondamentale per mantenerlo igienizzato: si tratta di un lavoro molto semplice in realtà. Per la pulizia giornaliera potete utilizzare un classico detergente igienizzante: pulite la parte esterna con lo straccio del bagno, senza dimenticare le cerniere in metallo e i perni, per evitare la formazione di ruggine, e pulite la parte interna con lo spazzolone del wc. Per pulire in modo approfondito le pareti interne del water, ed eliminare il calcare e le macchie causate dall'acqua, potete utilizzare diversi metodi. Per igienizzare a fondo il migliore alleato è la candeggina: versatela sulle pareti della tazza e strofinate armati di guanti e spazzolone, oppure utilizzare una spugnetta abrasiva. Alla fine aggiungete un tappino di candeggina, il rimedio della nonna da lasciare agire per alcune ore o tutta la notte: in questo modo eviterete l'ingiallimento del wc. In caso di sporco incrostato potete versare nella tazza della coca cola: lasciatela agire per un'ora e tirate lo sciacquone. Se preferite i rimedi naturali versate dell'aceto nel wc, fatelo agire tutta la notte e poi eliminate i residui più insistenti con lo scopino. Per lo sporco più ostinato potete realizzare una crema densa preparata con bicarbonato e acqua, da strofinare con una spugnetta abrasiva.

Vasca e doccia: sciacquate e asciugate dopo ogni utilizzo per evitare la formazione di calcare

La vasca e la doccia devono essere sempre brillanti, per questo è importante pulirle ogni volta dopo l'utilizzo, per evitare la formazione di calcare: basteranno pohi minuti con l'utilizzo di acqua calda e sapone, per evitare formazione di sporco incrostato difficile da togliere. Per la vasca da bagno, per quelle smaltate potete utilizzare l'aceto, da lasciare agire per mezz'ora, prima di risciacquare. Inoltre potete usare anche detersivo per piatti e un panno morbido: in caso di macchie di ruggine, invece, realizzate una miscela con succo di limone e sale. Le vasche acriliche, quando sono molto sporche, possono essere pulite con acqua calda e detersivo bio in polvere: riempite la vasca e lasciate agire tutta la notte.

Per quanto riguarda la doccia, sciacquate il box e le piastrelle con acqua pulita dopo l'utilizzo, per una pulizia veloce, così da eliminare subito residui di sapone e bagnoschiuma. Per eliminare il calcare dalla doccia l'ideale è l'aceto diluito con acqua, perfetto anche per i vetri. Se il vostro box doccia è in plastica utilizzate un panno di cotone per evitare di graffiare la superficie. Se il box è in vetro o cristallo completate la pulizia con la spatola lavavetri, utile per far scorrere l'acqua anche dalle pistrelle: eviterete così la formazione di incrostazioni o macchie.

Bidè e lavandino da pulire ogni giorno

Il bidè e il lavabo vanno puliti tutti i giorni: sono infatti utilizzati più volte durante la giornata ed è importante eliminare residui di sapone. Non dimenticate la rubinetteria: asciugatela sempre dopo ogni utilizzo per averla sempre scintillante. Per una pulizia più profonda dei rubinetti, soprattutto delle zone difficili da raggiungere, utilizzate un vecchio spazzolino da denti con una miscela di acqua e aceto. Utilizzate l'aceto anche per pulire il diffusore del rubinetto: smontatelo e lasciatelo in ammollo in acqua e aceto. Per quanto rigurda il portasapone, stendete sul fondo un po' di olio da bagno: in questo modo la saponetta non si appiccicherà e resterà più pulito.

Cosa fare in caso di scarichi intasati

Ogni giorno negli scarichi scendono residui di sapone, schiuma e capelli, può quindi capitare che si intasino, a causa dei blocchi che si formano per tutti questi detriti accumulati. Per questo è importante rimuovere ogni volta i capelli che si impigliano nello scarico: per facilitare il tutto utilizzate un filtro, sia nel lavandino che nella doccia. Se invece il vostro filtro è già bloccato, provate prima con dell'acqua calda: versatene un po' da circa mezzo metro d'altezza, così la forza della caduta libererà lo scarico. In alternativa utilizzate un pacchetto di bicarbonato di sodio e aceto: metteteli nello scarico e versateci sopra l'acqua calda: utilizzate questo rimedio con attenzione perché è molto efficaca ma anche potente.

Piastrelle e fughe per una pulizia più profonda

La pulizia delle piastrelle del bagno è facile da eseguire: basterà un normale detergente domestico e una passata di spugna: in caso di superfici delicate, come le piastrelle in grès, usate solo prodotti acidi o alcalinici, senza eccedere con sostanze chimiche. Per una pulizia ecologia alternativa, utilizzate la buccia di arancia: strofinate sulle piastrelle con la parte interna della buccia e lasciate agire le sostanze rilasciate, in modo che facciano effetto. Infine sciacquate con acqua e asciugate con una spugna umida. In caso di piastrelle particolarmente sporche, pulitele con l'aceto e lasciate agire fino a quando non si scioglieranno sporco e calcare. Per evitare che si formi la muffa, asciugate sempre le piastrelle: come abbiamo già detto, è importante passare regolarmente il panno asciutto e pulito, dopo l'utilizzo di vasca e doccia. Per pulire a fondo le fughe delle piastrelle, invece, eliminate sporco e calcare con un vecchio spazzolino, strofinando energicamente con una miscela di acqua e bicarbonato. Lasciate agire e poi terminate la pulizia con un panno pulito.

I segreti per un bagno pulito e profumato

Ci sono poi dei consigli da seguire sempre per una pulizia efficace. Innanzitutto utilizzate spugne diverse per il wc e gli altri sanitari, si tratta di un'operazione fondamentale per mantenere igienizzata la sala da bagno. Molti, poi, preferiscono non utilizzare lo scopino, perché considerato anti-igienico. In realtà sono davvero un ricettacolo di batteri e germi: bisognerebbe quindi tenerli sempre puliti, immergendoli in acqua e candeggina. In alternativa potete utilizzare semplicemente un paio di guanti e un rotolone da cucina.

Prima di pulire il bagno, liberate tutti i ripiani da pennelli per il make up, candele profumate e tutti quegli oggetti che rendono carino il bagno, ma che sono un ricettacolo di polvere. Spolverateli e spostateli altrove. L'ideale sarebbe tenerli in cassetti e armedietti ben ordinati, così da lasciare i ripiani liberi.Ricordate poi di pulire sempre anche le tubature, i battiscopa e di svuotare e pulire il bicchiere degli spazzolini: lavatelo e asciugatelo ogni volta.

Per pulire lo specchio del bagno utilizzate l'alcol, utile anche perché evita la formazione della condensa, inoltre non ha bisogno di essere asciugato. Per eliminare gli odori sgradevoli dal wc, versate del bicarbonato di sodio nel gabinetto una volta a settimana. Se avete in bagno la cesta dei panni sporchi, lasciateci dentro una saponetta profumata, così emanerà un odore di pulito.