Avete la necessità di lavare un capo di pelle o di ecopelle ma non sapete come fare? Che si tratti di una borsa, di una giacca o di un paio di pantaloni o addirittura di un divano non importa, basta mettere in atto una serie di piccoli accorgimenti per evitare di rovinare il tessuto che, essendo molto delicato, tende a deteriorarsi con facilità. L'ideale è puntare tutto su un lavaggio a mano ma, se si ha la necessità di averlo pulito in poco tempo si può usare anche la lavatrice (a patto che nell'etichetta non venga sconsigliato). Il modo migliore per tenere la pelle ben curata è pulirla il prima possibile, meglio se con un detersivo delicato ad hoc, così che macchie e sporco non si impregnino nel tessuto: ecco tutti i consigli per pulire la pelle e l'ecopelle senza rovinarle.

Come lavare la pelle a mano

Il lavaggio a mano è quello maggiormente consigliato per pulire pelle ed ecopelle e il motivo è molto semplice: evita che il tessuto si rovini con una pulizia troppo aggressiva. Anche in questo caso, però, bisogna fare particolare attenzione, pretrattando le macchie, usando il detersivo giusto ed eliminando l'acqua in eccesso senza strizzare.

  • Pretrattare le macchie – Quando un capo di pelle viene lavato a mano, è fondamentale non sfregare mai il tessuto, anche quando c'è una macchia evidente. Se si tratta di una borsa, basta passare un panno umido e ben strizzato sulla zona da trattare, mentre una giacca o un pantalone vanno immersi completamente in acqua e lasciati in ammollo.
  • Lavare gli indumenti al contrario – Che si opti per un lavaggio a mano o per un passaggio in lavatrice, non importa: gli indumenti di pelle vanno sempre lavati al contrario, dunque prima di essere immersi in acqua devono essere messi al rovescio, ovvero con l'interno "fuori".
  • Usare un detersivo specifico per la pelle – I detersivi per il bucato tradizionali sono troppo aggressivi per un tessuto delicato come la pelle, dunque potrebbero screpolarla o deteriorarla fin dal primo lavaggio. È necessario scegliere un prodotto ad hoc: nella maggior parte dei casi contiene dei balsami che lo ammorbidiscono, evitando che si vengano a formare grinze e screpolature.
  • Aceto contro i cattivi odori – Se il problema del capo di pelle da lavare è il cattivo odore, è possibile eliminarlo aggiungendo un paio di bicchieri di aceto di vino bianco quando lo si immerge in acqua. Il risultato finale sarà impeccabile: la puzza di fumo o di sudore non si avvertirà affatto al termine del lavaggio, mentre l'odore dell'aceto andrà via in poche ore, a patto che la borsa o la giacca vengano fatte asciugare in un luogo arieggiato.
  • Rimuovere l'acqua superflua con un'asciugamani – La pelle tende a consumarsi facilmente ed è per questo che non va strizzata al termine di un lavaggio a mano. Al contrario, il capo va poggiato su un'asciugamani asciutta che deve poi essere arrotolata su se stessa, così da rimuovere l'acqua in eccesso senza che ci sia attrito diretto. Per quanto riguarda l'asciugatura, la giacca o la borsa possono essere lasciate in un luogo ventilato, temperato e luminoso, evitando sia il sole diretto che fonti di calore come il termosifone.

Come lavare ecopelle e pelle in lavatrice

Alcune lavatrici dispongono di un lavaggio extra delicato che, essendo paragonabile a quello a mano, risulta essere perfetto per le giacche e i capi di pelle. Nel caso in cui non ci sia questa funzione, è necessario seguire una serie di piccoli consigli, facendo bene attenzione a non aggiungere scarpe, cinture o borse di belle scamosciata nel cestello.

  • Leggere l'etichetta – Per evitare di fare dei terribili errori durante il lavaggio di un capo di pelle, è necessario innanzitutto leggere l'etichetta, così da accertarsi che il tessuto possa essere lavato in lavatrice e non esclusivamente a mano. Se, ad esempio, non può entrare in contatto con l'acqua, sarebbe bene optare per un lavaggio a secco.
  • Quale programma scegliere – I capi di pelle, se messi in lavatrice, hanno bisogno di un lavaggio a freddo (l'ideale è a 30°, mentre il numero di giri durante la centrifuga non deve essere superiore a 400) . È necessario inoltre usare un detersivo ad hoc o al massimo un prodotto per capi delicati, mentre se si vuole optare per una pulizia più profonda, si può aumentare leggermente la temperatura, portandola a 40 gradi.
  • Come asciugare il capo – Per asciugare il capo di pelle dopo il lavaggio in lavatrice, è necessario lasciarlo in un'area ben ventilata e soleggiata ma non esposta ai raggi diretti. Una volta asciutta, il tessuto può essere trattato con glicerina, così da avere un aspetto più morbido e naturale.