La forfora, che può essere secca o grassa, è un disturbo del cuoio capelluto: causa prurito e desquamazione della pelle. Si verifica più negli uomini che nelle donne, a causa degli ormoni maschili che sono tra i responsabili della formazione della forfora, e può esserci anche una predisposizione genetica. Si può presentare già in giovane età e protrarsi fino all’età adulta inoltre, ci sono patologie che possono accentuare il problema come le malattie neurologiche, quelle che colpiscono il sistema immunitario e il morbo di Parkinson. Vediamo quali sono le cause della forfora e i rimedi naturali per alleviare o eliminare il problema.

Cause della forfora

La forfora può essere secca, e si presenta più di frequente in inverno causando prurito e cuoio capelluto irritabile, o grassa, quando è accompagnata da eccessiva produzione di sebo. La forfora si forma dalla sovrapposizione delle cellule morte dell’epidermide desquamate che hanno la forma di piccole scaglie e sono attaccate al cuoio capelluto e, a causa del prurito, può sfibrare i capelli che tenderanno facilmente a cadere. Tra le cause c’è la secchezza della pelle ma anche una scarsa igiene: lavare i capelli regolarmente è importante per evitare che si accumuli troppo sebo e che la forfora resti attaccata ai capelli. Un’altra causa della forfora è la dermatite seborroica: in questo caso la pelle del cuoio capelluto si presenterà oleosa e irritata con squame che si staccano e può colpire anche le sopracciglia. Anche la dermatite da contatto e l’eczema possono essere causa di forfora portando prurito e arrossamento al cuoio capelluto. Inoltre, una dieta carente di zinco, vitamine del gruppo B aumenta il rischio di soffrire di forfora. Un tipo particolare di forfora è quella da crosta lattea che colpisce i neonati e può verificarsi anche nei bambini. Il cuoio capelluto si desquama creando una crosta sulla testa ma, di solito, scompare entro il primo anno di età.

Come eliminare la forfora?

Quando la forfora è lieve o momentanea, magari dovuta a un periodo di stress, basta lavare anche quotidianamente i capelli con prodotti delicati che aiutino i capelli a essere meno oleosi e a eliminare le cellule morte. Nella scelta degli shampoo è bene puntare su quelli che contengono uno di questi principi attivi: zinco piritione, acido salicilico, solfuro di selenio, catrame di carbone, chetoconazolo, e valutare qual è il più adatto. Anche il lavaggio è importante: bisogna grattare bene per eliminare le scaglie facendo due passate di shampoo da lasciare in posa un paio di minuti prima di risciacquare in modo accurato. Se si soffre di forfora secca, bisogna fare lo shampoo 2 o 3 volte a settimana mentre, se si soffre di forfora grassa, con eccessiva produzione di sebo, allora bisognerà lavarli più spesso, anche tutti i giorni. È importante poi asciugarli con il phon non troppo caldo e lontano dal cuoio capelluto.

Rimedi naturali contro la forfora

Per prevenire e eliminare la forfora esistono molti rimedi naturali, e i classici consigli della nonna, che si rivelano efficaci se utilizzati in modo corretto e con costanza. Vediamo quali sono e come utilizzarli.
L'aceto di vino bianco o l'aceto di mele sono tra i rimedi della nonna più utilizzati, aiutano a lenire il prurito e la desquamazione: vi basterà aggiungere poche gocce di aceto nell'acqua tiepida e massaggiare il tutto sul cuoio capelluto prima dello shampoo. Oppure potete realizzare un impacco da lasciare agire tutta la notte avvolgendo i capelli in un asciugamani caldo.
Barbabietola: può essere un buon rimedio in grado di combattere la forfora: per utilizzarla dovrete lasciarla in ebollizione, sia le radici che le foglie, e filtrare il tutto lasciandolo raffreddare. Dopodiché applicate l'infuso sui capelli massaggiando bene la radice della chioma.
Olio di mandorle: miscelando olio di mandorle e olio di oliva otterrete una lozione da massaggiare sul cuoio capelluto: massaggiate per qualche minuto e poi risciacquate accuratamente.
Succo di limone: è possibile anche creare un impacco casalingo con il succo di limone: miscelate due cucchiai di succo di limone con due cucchiai di olio di oliva e aggiungete due cucchiai di acqua. In questo modo libererete il cuoio capelluto dalla forfora e idraterete il capello.
Ortica: potete anche preparare un infuso con i fiori di ortica essiccati: lasciateli in infusione per 15 minuti dopodiché fate raffreddare e filtrate prima di applicare il composto sui capelli. Massaggiate delicatamente le zone più colpite e risciacquate.
Tea tree oil: questo olio ha tantissimi utilizzi e può anche essere utilizzato anche per eliminare la forfora: provate ad aggiungere due gocce di tea tree oil ad una noce di shampoo e massaggiate delicatamente sul cuoio capelluto risciacquando con cura i capelli.
Succo di mela: miscelando due cucchiai di succo di mela, soprattutto se mela verde, con due cucchiai di acqua calda otterrete un composto da utilizzare due o tre volte a settimana per eliminare la forfora: provate a massaggiarlo prima dello shampoo per trarne maggiori benefici.
Argilla verde ventilata: si può utilizzare per fare un impacco antiforfora da lasciare in posa per 30 minuti prima di fare lo shampoo. Chi ha i capelli secchi può scegliere l’argilla bianca. Massaggiate il cuoio capelluto con una parte dell’impacco prima di applicarlo. Per prepararlo mescolate 4 cucchiai di argilla con quattro cucchiai di acqua e mescolate bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
Bicarbonato: altro rimedio fai-da-te contro la forfora è il bicarbonato di sodio, che aiuterà il cuoio capelluto contro pruriti e residui di sporco. Bagnate i capelli e applicate un pugno di bicarbonato massaggiando delicatamente per almeno 3 minuti, dopo sciacquate e fate lo shampoo come d’abitudine. Ideale per la forfora grassa.
Sale: unite ad un pugno di sale fino 1 cucchiaio di acqua fredda, inumidite i capelli e massaggiate delicatamente la cute per 5 minuti, quindi lavate i capelli con uno shampoo delicato. Il massaggio con il sale stimolerà la circolazione sanguigna del cuoio e lenirà il prurito della forfora oltre a liberavi dalle squame.

Stile di vita e alimentazione per prevenire la forfora

Anche seguire uno stile di vita adeguato può aiutarci a prevenire e combattere la forfora.  Vediamo insieme i punti salienti:

  • È importante imparare a gestire lo stress, concedendosi il giusto riposo quando ne abbiamo bisogno. Detergere anche quotidianamente, se è il caso, i capelli con prodotti delicati e adatti per contrastare forfora e eccesso di sebo.
  • Ridurre l’uso di prodotti che posso appiccicare i capelli come lacche, gel o cere. Spesso a causa di questi prodotti ci ritroviamo la forfora anche dopo avere lavato i capelli.
  • Quando fate la tintura ai capelli evitate di tenerla più a lungo del previsto perché potrete ritrovarvi, oltre che con il cuoio capelluto irritato, anche con la forfora.
  • Spazzolare i capelli prima di fare lo shampoo ci aiuterà a liberarci della forfora in eccesso.
  • È importante bere tanta acqua per dare la giusta idratazione e mangiare cibi ricchi di vitamina B, zinco e Omega 3. Inoltre va limitato il consumo di alcol e cibi grassi