Disagio, oppressione, inquietudine e pensieri negativi, queste sono solo alcune delle cose che le persone che soffrono d’ansia provano durante un attacco di panico. Questa sensazione di disagio impedisce di raggiungere la serenità e di vivere la propria vita in maniera normale. E’ stato stimato che ben il 4% delle donne soffre quotidianamente di disturbi ansiosi soprattutto nei periodi di cambiamento o di stress. Quando gli effetti sul corpo sono lievi e di facile tollerabilità, è possibile optare per dei rimedi naturali. Scopriamo quali sono le piante da utilizzare se si vuole sconfiggere l’ansia.

Angelica – Fiorisce d’estate in zone soleggiate e sarà capace di infondere energia quando ci si sente apatici o ipocondriaci. Dovrà essere utilizzata sotto forma di decotto da prendere per due volte al giorno, una il pomeriggio ed una la sera prima di andare a dormire. L’angelica concilia il sonno e combatte il nervosismo.

Ginepro – È una pianta che fiorisce durante il solstizio invernale, deve essere bevuta sotto forma di infuso e combatte l’astenia e la stanchezza. Il ginepro riuscirà a far superare i peggiori periodi d’ansia poiché rilassa il corpo e allo stesso tempo gli dà energia spirituale.

Iperico – È una pianta che riporta l’equilibrio psico-fisico poiché combatte le emozioni negative. Nell’antichità veniva infatti chiamata "Erba scaccia Diavoli". Era infatti un ottimo rimedio per superare i periodi di ansia e le paure nascoste.

Issopo – L’issopo viene chiamata anche la pianta del sorriso poiché ha un forte potere rasserenante ed è capace di far tornare l’ottimismo. Deve essere assunta sotto forma di infuso insieme a rosmarino e salvia. Depura l’organismo e riequilibra gli stati nervosi ed ansiosi.

Ficus carica – Il ficus carica è il nome scientifico della pianta del fico comune. Macerando le sue  gemme in acqua e glicerina si ricava un preparato usato per curare l’ansia accumulata allo stomaco. Aiuta infatti a digerire, a rilassarsi e a combattere le coliti e le gastriti nervose.