Il Coronavirus ha cambiato le abitudini quotidiane di ognuno di noi e, ora che la quarantena è finita, tutti proviamo a tornare alla normalità, anche se per prevenire il rischio contagio è obbligatorio indossare la mascherina nei luoghi pubblici. Spesso bisogna tenerla per ore e ore incollata al viso e, tra respiro che resta intrappolato e mancanza di ossigenazione, gli effetti sulla pelle diventano evidenti. A lungo andare, infatti, si va facilmente incontro a imperfezioni, acne, arrossamenti e la situazione peggiora quando si ha una pelle che tende a stressarsi facilmente. Ecco dunque quali sono i rimedi e i prodotti per prevenire brufoli, rossori e tutti i possibili danni creati sul volto dalla mascherina.

Come prevenire le irritazioni da mascherina

Indossare la mascherina è ormai diventato obbligatorio e, sebbene sia fatta con tessuti filtranti, gli effetti sulla pelle diventano evidenti a lungo andare. Il motivo? A causa del respiro che resta "intrappolato", si viene a creare un ambiente caldo e umido dove si accumulano facilmente sebo e sudore, favorendo la comparsa di imperfezioni, arrossamenti e acne. Per prevenire ogni possibile inconveniente, è necessario dunque pensare a una nuova skin routine.

Detergere bene la pelle

Quando si indossa a lungo la mascherina, la pelle diventa più sensibile ed è per questo che va trattata sempre con mani lavate e igienizzate. È necessario, inoltre, detergere bene il viso sia prima che dopo aver portato la mascherina per ore, così da evitare la proliferazione di germi e batteri e da rimuoverne ogni residuo.

Usare detergenti esfolianti

I detergenti migliori per pulire il viso quando si indossa la mascherina sono quelli leggermente esfolianti a base di enzimi della frutta. Quando si ha una pelle molto grassa, invece, sarebbe bene utilizzare una variante  con acido salicilico, così da rimuovere il sebo in eccesso, sostanza che potrebbe ostruire i pori e favorire la comparsa di infiammazioni.

Evitare i prodotti acidi

Chi ha la pelle molto sensibile tende a veder comparire sul viso arrossamenti e irritazioni con estrema facilità e, quando si indossa la mascherina, le cose non fanno altro che peggiorare. In casi come questi, sarebbe bene evitare i prodotti acidi. Per pulire il viso bastano oli essenziali come quelli di tea tree e lavanda diluiti in acqua calda ma anche prodotti naturali antinfiammatori e antibatterici come la calendula.

Fare una maschera detox

Per prevenire i danni provocati dalla mascherina è possibile fare una maschera all'argilla o semplicemente detox una volta alla settimana. Basta lasciarla in posa per pochi minuti prima di risciacquarla per ottenere risultati ottimali. In questo modo, si eviterà di seccare in modo eccessivo la pelle.

Arrossamenti da mascherina: i rimedi per curarli

Se ormai la pelle del viso si è arrossata e non si può far nulla per prevenire i danni provocati dalla mascherina, è bene agire in modo rapido. Come prima cosa, è fondamentale applicare regolarmente una crema idratante perché brufoli e infiammazioni potrebbero essere provocati da secchezza. L'ideale è scegliere un prodotto dalla texture fluida e leggera, magari qualche siero con acido ialuronico e brume, due sostanze che mantengono la corretta idratazione a lungo. Sono perfette, inoltre, anche le formule ricche di vitamina E e B3 antiossidanti, mentre per le pelli molto secche e sensibili si potrebbe puntare su una crema dalle proprietà cicatrizzanti che allevia rossori e pruriti, stimolando la rigenerazione tessutale. Per quanto riguarda il make-up, questo dovrebbe essere ridotto al minimo poiché influisce sulla produzione di sebo. Se proprio non si può fare a meno di fondotinta e correttore, sarebbe bene evitare le formulazioni pesanti, preferendo prodotti a base acquosa che evaporano sulla pelle.