In estate è molto comune, soprattutto tra gli anziani, soffrire di pressione bassa. Anche se l'ipotensione non è una patologia (e non è neanche pericolosa) i sintomi possono essere piuttosto fastidiosi: fiacchezza, fiato corto, giramenti di testa e anche svenimenti. "Si parla di ipotensione quando la pressione minima è sotto i 60 e la massima sotto i 90 – ha spiegato a Fanpage.it il dottor Giulio Stefanini, cardiologo presso l'Istituto Humanitas di Milano – Considerando che i valori di una pressione normale sono 80 di minima e 120 di massima".

Pressione bassa in estate: le cause

Strano ma vero, è la disidratazione la prima causa di un calo di pressione: "Quando si beve poco, si riduce il volume di sangue circolante nelle arterie e si può andare incontro all'ipotensione". Anche un cambio di postura, ad esempio quando ci si alza troppo rapidamente dal letto o dal divano, può provocare uno sbalzo di pressione: "Questo accade soprattutto negli anziani. Con l'avanzare dell'età i vasi sanguigni si irrigidiscono e sono meno reattivi. Per questo quando si cambia posizione c'è il rischio di un calo di pressione". E poi capita anche che dopo un pranzo particolarmente abbandonante si abbia una sensazione di fiacchezza o giramento di testa: "Si chiama ipotensione post prandiale. La soluzione è semplicissima: basta non esagerare a tavola, specie in estate". E poi ci sono anche alcuni farmaci e alcune patologie che possono provocare l'ipotensione. "E poi – spiega il dottor Stefanini – Se questo problema non si manifesta solo d'estate ma è a tutti gli effetti cronicizzato, e non è provocato da alcuna patologia, la causa è probabilmente da ricercare nell'alimentazione: in una carenza di ferro o di vitamina B12″. 

Come combattere la pressione bassa

E se la prima causa della pressione bassa in estate è la disidratazione, il primo rimedio non può che essere bere. "A volte basta semplicemente bere più acqua per eliminare l'ipotensione". Anche l'alimentazione può influire: "Migliorare la propria dieta ed eventualmente aumentare anche leggermente le dosi di sale, può essere utile per diminuire i cali di pressione". Anche lo stile di vita si rivela un alleato indispensabile: "Stare attenti a non esagerare con gli alcolici e praticare regolarmente un'attività fisica, anche d'estate, è utilissimo per mantenere a un livello stabile la pressione". Infine un ultimo consiglio per chi abitualmente assume dei farmaci per problemi di circolazione del sangue: "Per evitare di andare incontro a ipotensione a causa del caldo, può essere opportuno valutare con il proprio cardiologo i dosaggi delle medicine".

Le informazioni fornite su www.fanpage.it sono progettate per integrare, non sostituire, la relazione tra un paziente e il proprio medico.
i