Credevate che in fatto di cibo non si potesse parlare di mode e tendenze? Vi sbagliavate. Sui social gli utenti fanno a gara per postare le foto degli alimenti esteticamente più attraenti e dai colori più originali. Dopo l'Unicorn Frappuccino e il Blue Majik, la nuova mania è quella di mangiare il cioccolato rosa, naturalmente non prima di averlo immortalato in uno scatto invitante e ritoccato. Si chiama "Ruby Chocolate" e, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, non viene realizzato con dei semplici coloranti, è gustoso e soprattutto naturale al 100%.

Cos'è il cioccolato rosa?

Il cioccolato "pink" è molto particolare e richiesto negli ultimi tempi e non solo perché fatto "su misura" dei social. Assume il colore rosa, una tonalità a metà tra lampone e ribes, in modo naturale e senza additivi attraverso un processo di lavorazione ben preciso ed è proprio questa la sua singolarità. Sono infatti le fave di cacao provenienti dalla Costa D'Avorio, dall'Ecuador e dal Brasile che producono una polvere di quelle sfumature e coloro che hanno lanciato il Ruby Chocolate non hanno fatto altro che sfruttarla per colorare il prodotto in modo naturale. Il risultato è un cioccolato che sa di bacca, con un sapore aspro e dolce allo stesso tempo. Dove lo si può trovare? Nell'azienda Barry Callebaut di Zurigo, il luogo dove tutto ha avuto inizio. Dopo il fondente, al latte e bianco, il Ruby Chacolate è il quarto tipo di cioccolato naturale e senza coloranti a essere lanciato sul mercato. A questo punto, non resta che assaggiarlo e leccarsi i baffi.