Arriva il momento in cui ti guardi allo specchio e li vedi: fino a quel momento non ci avevi fatto caso ma vuoi la luce, vuoi il tuo occhio attento non puoi che vederli. Sono i primi capelli bianchi che fanno capolino quando meno te lo aspetti magari in un momento di forte stress e non vanno più via. Magari è genetica o magari c'è qualche altro motivo nascosto, fatto sta che si: hai i capelli bianchi. E non sarebbe poi un problema così grave se potessi correre dal tuo parrucchiere a fare una tinta sos per nasconderli almeno per qualche settimana. Ma cosa fare quando invece dal parrucchiere non ci possiamo andare? Semplicemente, accettarli.

I capelli bianchi non sono più un tabù

Certo, non fa piacere a nessuno vederli lì che spuntano, specialmente sulle chiome più scure: lo sa bene chi ha i capelli castani o neri e d'improvviso si ritrova con dei fili argentati tra la chioma. Ma non sarebbe ora di fregarsene un po' del cercare di essere sempre perfette senza neanche un capello fuori posto? Forse il lockdown che stiamo vivendo in questi giorni, dove l'emergenza sanitaria dilaga e siamo costretti a fronteggiare situazioni ben più difficili e complicate dei capelli bianchi ci potrebbe servire da lezione, per farci imparare che le vere cose importanti sono altre, e che si, possiamo vivere anche con i capelli bianchi. Perché quando tutto questo sarà finito, quando torneremo a uscire di casa, la maggior parte delle donne over 30 sarà nella stessa situazione e chi non ha ancora i capelli bianchi avrà comunque la ricrescita. Perchè il capello bianco, non prendiamoci in giro, non deve più essere un tabù: non possiamo più permettere che nascano critiche inutili e superficiali su certi aspetti. Il capello bianco è come l'acne, come i pori e come le rughe: ogni donna prima o poi li avrà, e non per questo motivo deve sentirsi giudicata, perché è semplicemente normale. Non c'è niente di strano nel vedere un capello che cambia colore o una ruga che compare ai lati degli occhi: prima impariamo ad accettare questi "difetti" (che difetti non sono), prima impariamo ad amarci per quello che siamo.

Amiamoci per quello che siamo, anche con i capelli bianchi

Se riuscissimo a sdoganare completamente il tabù del capello bianco molte donne sarebbero meno "schiave" del parrucchiere: probabilmente non è facile accettarlo neanche quando si è Meryl Streep, che con i suoi capelli argento è diventata un'icona di bellezza, ma se ogni donna imparasse ad accettarli invece che nasconderli, forse saremo tutte un po' più "libere". Cosa c'è di male in una chioma che diventa argentata? Assolutamente nulla: proprio come non c'è niente di male a fregarsene delle piccole imperfezioni che possono esserci sul nostro corpo. E questo le star lo sanno bene: negli ultimi tempi infatti sono sempre di più le donne che incitano il genere femminile ad amarsi per quello che siamo davvero, da Ashley Green che mostra le sue smagliature allo specchio alle influencer che non si fanno problemi a mettere in bella mostra l'acne. Quando finirà la quarantena forzata causata dal Coronavirus quindi, preoccupiamoci più di abbracciare chi non vediamo da tempo piuttosto che correre dal parrucchiere per coprire i capelli bianchi.