Camilla Boniardi, meglio conosciuta come Camihawke, è diventata famosa da pochi anni attraverso i social, dove incanta tutti con la sua bellezza e con i suoi video divertenti. Di recente è sbarcata anche in tv al fianco di Carlo Cracco, con il quale conduce il cooking show "Nella mia cucina", e la sua carriera sembra essere in continua ascesa. Nonostante sia diventata abbastanza nota al grande pubblico, non dimentica il periodo in cui era una ragazza "normale" e non perde occasione per condividere con i followers alcuni scatti tratti dagli album dei ricordi, approfittandone per raccontare alcuni aneddoti sulla sua infanzia e sulla sua adolescenza.

È proprio quanto ha fatto di recente, mostrando a tutti uno scatto risalente a quando ha compiuto 19 anni. Camihawke è nella cucina di casa intenta a spegnere le candeline, porta una canotta bianca con una maxi collana e i capelli rossi che ancora la contraddistinguono, anche se è evidentemente molto più giovane. Nella didascalia ha poi dato qualche dettaglio in più sulla situazione in cui si trovava in quel periodo, dicendo:

Foto del mio diciannovesimo compleanno, nel pieno della mia adolescenza e nel vortice delle mie scelte spesso -ma fisiologicamente- sbagliate: “tutto bene”, “normale”, “solito” erano tre delle risposte passepartout a qualsivoglia domanda rivoltami dai miei genitori, convinta che nessuno avrebbe davvero capito il dramma insito nel faticoso passaggio dalla fanciullezza alla maturità e troppo stanca per provare a condividerlo. Non so dirvi col senno del poi se parlando di più sarei stata in grado di gestire meglio la mia adolescenza con le sue criticità, probabilmente avrei comunque alleggerito di molto il peso di un corpo e di una mente in profondo cambiamento, con assoluta certezza posso dirvi che non avrei avuto quell’antesignano ma pur sempre orrendo shatush fai da me.

Foto del mio diciannovesimo compleanno, nel pieno della mia adolescenza e nel vortice delle mie scelte spesso -ma fisiologicamente- sbagliate: “tutto bene”, “normale”, “solito” erano tre delle risposte passepartout a qualsivoglia domanda rivoltami dai miei genitori, convinta che nessuno avrebbe davvero capito il dramma insito nel faticoso passaggio dalla fanciullezza alla maturità e troppo stanca per provare a condividerlo. Non so dirvi -col senno del poi- se parlando di più sarei stata in grado di gestire meglio la mia adolescenza con le sue criticità, probabilmente avrei comunque alleggerito di molto il peso di un corpo e di una mente in profondo cambiamento, con assoluta certezza posso dirvi che non avrei avuto quell’antesignano ma pur sempre orrendo shatush fai da me. #BeConfidentGirl #DoveProgettoAutostima

A post shared by Camihawke (@camihawke) on

Insomma, Camilla ha avuto un'adolescenza normale e ribelle proprio come ogni coetaneo e, oltre ai momenti di introspezione, ricorda benissimo che si divertiva a tingersi i capelli da sola, osando anche con uno shatush "fai da te". Certo, oggi avrà una troupe di parrucchieri pronta a curarle ogni tipo di cambio look ma c'è un dettaglio che non è assolutamente cambiato: anche a 19 anni l'influencer era molto bella.