È stato presentato oggi a Parigi l'attesissimo Calendario Pirelli 2017, quest'anno dedicato alle grandi star del cinema. Si tratta di 14 attrici di fama internazionale che hanno voluto "spogliare" la loro anima di fronte la macchina da presa, rivelando la loro personalità forte e, allo stesso tempo, sensibile: Jessica Chastain, Penelope Cruz, Nicole Kidman, Rooney Mara, Helen Mirren, Julianne Moore, Lupita Nyong'o, Charlotte Rampling, Lea Seydoux, Uma Thurman, Alicia Vikander, Kate Winslet, Robin Wright, Zhang Ziyi Nicole Kidman, Penelope Cruz, Uma Thurman e Kate Winslet.

A firmare gli scatti per l'iconico "The Cal", Peter Lindbergh, fotografo di fama internazionale, chiamato per la terza volta a immortalare le donne che accompagneranno l'anno Pirelli. Il titolo di quest'anno è “Emotional” poiché vuole sottolineare la svolta radicale degli scatti, che non immortalano più sex symbol nude in abiti succinti, ma donne che, anche se non hanno un corpo perfetto, sono sensibili, emotive, coraggiose, determinate, capaci di trasmettere sentimenti profondi con un solo sguardo. L'obiettivo è avvicinarsi e rivelare la dolcezza e, allo stesso tempo, la forza dell'animo di una donna, costretta dalla società moderna ad adattarsi agli ideali imposti, ma che, dietro le sue apparenze, nasconde mondi meravigliosi. Lindbergh vuole invece liberare il sesso femminile dall'idea di eterna giovinezza e perfezione, promuovendo una forma di bellezza diversa e raggiungibile.

Addio al nudo: la svolta del Calendario Pirelli 2017

A differenza delle edizioni passate, è evidente che quello del 2017 è un Calendario Pirelli decisamente diverso. Per la prima volta, ad accompagnare i mesi dell'anno non saranno delle donne meravigliose che mettono le loro curve da urlo in mostra, ma delle donne note per il loro talento e per la profondità del loro animo. The Cal 2017 ha detto addio ai nudi artistici per dare spazio a delle bellezze più naturali, a tratti anche "imperfette", capaci di trasmettere emozioni anche con un solo sguardo.

Le protagoniste di quest'anno non indossano abiti vistosi e scollati o trucchi marcati, puntano tutto sulla personalità, sulla semplicità e sulla profondità dei loro occhi, così da rivelare la vera essenza femminile. E' stato lo stesso fotografo a spiegare il motivo di questa svolta, affermando:

In un’epoca in cui le donne sono rappresentate dai media e ovunque come ambasciatrici di perfezione e bellezza, ho pensato fosse importante ricordare a tutti che c’è una bellezza diversa, più reale, autentica e non manipolata dalla pubblicità o da altro. Una bellezza che parla di individualità, del coraggio di essere se stessi e di sensibilità.

La donna non viene più rappresentata come un oggetto, la cui bellezza deve essere esaltata con degli scatti senza veli, sono le emozioni e l'individualità a diventare protagoniste degli scatti. E' l'anima dei soggetti che viene spogliata, facendo diventare le donne immortalate più nude del nudo. Non è la prima volta che il Calendario Pirelli mette in atto un cambiamento rivoluzionario, già lo scorso anno Annie Leibovitz aveva dato spazio a donne intellettuali come Serena Williams, Patti Smith e Yoko Ono, e ancora prima aveva esaltato lo splendore di una curvy come Candice Huffine. Insomma, il Calendario Pirelli, da sempre un oggetto cult, capace di fare tendenza, è decisamente cambiato: la vera bellezza è quella emotiva.