Durante l'ultima puntata di Live – Non è la D'Urso la giornalista Francesca Barra ha rivelato di essere in dolce attesa, una notizia improvvisa lanciata dopo un'accesa discussione avvenuta in diretta tra la Barra e Alberico Lemme. Il dietologo appena uscito dal GF 16, noto al pubblico per la sua abituale presenza nelle trasmissioni di Barbara D'Urso, ha scatenato ancora le polemiche, questa volta la sua "vittima" è stata la giornalista moglie dell'attore Claudio Santamaria, da lui definita "grassa". La Barra non ha esitato a rispondere: "Vergognati. Non sono grassa, sono solo incinta", ha affermato prima di abbandonare definitivamente lo studio. Il giorno seguente Francesca ha pubblicato sul suo profilo Instagram una sua foto, un selfie in ascensore a figura intera, forse per mostrare anche la forma perfetta, ad accompagnare lo scatto un lungo commento in cui spiega le sue ragioni: "Ho deciso di intervenire nella trasmissione perché sono una giornalista e abbiamo l'obbligo di raccontare, contenere certi fenomeni e di cercare di illuminare chi oggi lo ritiene un genio ricordando che non può esserlo chi offende le donne, gli omosessuali…".

Donne in gravidanza, lo stress di apparire sempre perfette

Il periodo della gravidanza è il momento più bello della vita di una donna ma è anche molto complesso e travagliato ed è per questo che deve essere vissuto con assoluta serenità, nonostante ciò da una donna si esige sempre la perfezione estetica, anche quando è in dolce attesa. Possibile che ancora oggi noi donne dobbiamo essere giudicate sempre e comunque per il nostro aspetto fisico? Le neo mamme subiscono non solo lo stress legato alla gravidanza ma anche quello provocato dall'ansia di apparire sempre perfette. Ci si dimentica forse che in gravidanza una donna non subisce solo un grande cambiamento fisico ma anche interiore. Lo stress provocato dalla ricerca costante della perfezione colpisce ancor di più chi si espone in pubblico, come la giornalista Francesca Barra, offesa solo per esser apparsa con qualche (presunto) chilo di troppo. "Vorrei che smetteste di avere il complesso dei centimetri e dei canoni che vi impongono alcuni guru, o resi tali, non dai conduttori, giornalisti. E’ il pubblico che sceglie chi sale e scende", ha commentato la Barra sotto la foto pubblicata sul suo profilo Instagram.

Mi dispiace molto per quello che è successo ieri sera. Mi dispiace aver dovuto confessare uno stato intimo anche se non era un segreto per i più. Avrei voluto farlo con il sorriso e nei tempi e nei modi che noi avremmo reputato giusti.Ma non potevo permettere che una persona come Lemme che ha il privilegio immeritato di rivolgersi ad un bacino così ampio di pubblico, mi offendesse. Che sia per lo stato fisico, che per altre scelte. Ad un certo punto: basta. Non potevo continuare a rimanere in sua presenza, per me e per tutte le persone che, difronte alle offese, incassano e gli danno spazio. Sulle polemiche che sto leggendo sul programma di Barbara D’Urso, oltre a ricordare che in quel salotto si alternano firme autorevoli del giornalismo italiano e che i politici fanno a gara per fare lì i loro annunci, non rinnego nulla. Anzi. Ho deciso di intervenire nella trasmissione perché sono una giornalista e abbiamo l’obbligo di raccontare, contenere certi fenomeni o di cercare di illuminare chi oggi lo ritiene “un genio” ricordando che non può esserlo chi offende le donne, gli omosessuali. Chi senza ritegno non solo a casa propria, ma in televisione dice che se morissero i propri figli non soffrirebbe. Bisogna avere rispetto per quei genitori che invece hanno perso i figli e vivono una pena senza fine. Glielo dobbiamo. Io fino alla fine dirò la verità, mi batterò ovunque per i diritti altrui, per ciò in cui credo. Anche quando sono la prima a farne le spese. Come ieri. Lemme fa del male e deve il suo “successo” ad un perverso meccanismo simile alla sindrome di Stoccolma dove la vittima è quasi ipnotizzata dal suo carnefice.Non mi fa ridere, anche se è lui a ridere da solo delle sue battute.(La Violenza sulle donne inizia da quella verbale).Reputo anche dannoso che un farmacista che fornisce indicazioni sulle diete, dia della cicciona ad una donna che – come fra l’altro dimostra la fotografia scattata questa mattina- ha assolutamente uno stato normale fisico.Questo lo dico perché vorrei che smetteste di avere il complesso dei centimetri e dei canoni che vi impongono alcuni guru, o resi tali, non dai conduttori, giornalisti.E’ il pubblico che sceglie chi Sale e scende

A post shared by ℱ𝑟𝑎𝑛𝑐𝑒𝑠𝑐𝑎 𝐵𝑎𝑟𝑟𝑎 (@francescabarra1) on

Offese in tv per il loro aspetto "curvy"

Non è la prima volta che una donna incinta o dopo il parto viene pubblicamente offesa per il suo aspetto fisico. E' quello che è accaduto all'attrice spagnola Vanessa Incontrada, che negli ultimi anni è apparsa in vari programmi televisivi con qualche chilo in più, lei stessa ha raccontato di essere stata presa di mira dagli haters per il suo aspetto trasformato rispetto ai primi tempi in cui appariva in Tv. In realtà è stata una gravidanza difficile ad aver provocato il suo aumento di peso, ma di questo l'attrice non ha mai voluto parlare. Gli insulti sul web non hanno risparmiato nemmeno la guru del beauty ClioMakeUp: nonostante il suo enorme successo la make up artist riceve spesso commenti negativi per il suo aspetto che per alcuni resta motivo di insulto e disprezzo. La guru del make-up non ha mai nascosto le sue curve, neanche in gravidanza o dopo il parto, ha sempre avuto il coraggio di mostrarsi così com'è, felice del suo aspetto. Sono spesso i social ad alimentare il fenomeno del body shaming, soprattutto quando si tratta di donne in dolce attesa, donne a cui vengono rivolte offese continue, spesso senza neppure conoscere i reali motivi del loro aspetto.

Abbandoniamo il desiderio di essere perfette

Ma per fortuna qualcosa sta cambiando, persino nella moda dove il canone fisso di bellezza non è più rappresentato soltanto dalla donna taglia 38, o perlomeno quello della donna estremamente magra non è l'unico modello a cui si può aspirare. L'ideale di donna curvy, di donna vera, è per fortuna una tendenza in costante ascesa, lo vediamo in passerella e sulle riviste di moda. Un cambiamento nella società senza dubbio c'è, o almeno è iniziato, e noi donne dobbiamo continuare ad avere la voglia di mostrarci come siamo, senza troppi filtri, senza ansie e stress, abbandonando il desiderio, spesso irreale, di raggiungere una perfezione fisica che, gridiamolo a voce alta, non esiste.