Nell'epoca in cui è il "body positive" a vincere sul "body shaming" può succedere che persino Barbie si mostri con la cellulite in vista su cosce e glutei. Ebbene sì, la bambola che fino a oggi ha rappresentato la perfezione, un ideale di bellezza praticamente irraggiungibile, diventa più umana e reale con qualche piccola "imperfezione". Recentemente il brand produttore della bambola più famosa al mondo ha fatto grossi passi in avanti per allontanarsi dalla figura stereotipata di una donna magra, bionda e con il vitino da vespa, lanciando in commercio Barbie di etnie e forme diverse (basse, alte, magre e curvy). Nonostante ciò la Barbie con la cellulite non andrà in commercio (almeno per ora) dato che non è un nuovo modello firmato Mattel.

La Barbie con la cellulite non è una nuova bambola con cui potranno giocare le bambine ma un'opera grafica realizzata dal visual artist  Dot Pigeon (su Instagram @_dotpigeon) che si autodefinisce nella bio "Visual guy between minimal and baroque". Nella foto pubblicata su Instagram, Barbie appare con lunghi capelli dorati e occhi azzurri, occhiali bianchi in testa, costume black and white, bracciale gold e posa da top model. Tutto nella norma dunque, una bambola statuaria e perfetta, qualcosa però la rende più "normale" del solito, a ben vedere sulle cosce e sui fianchi appare la cellulite, il nemico numero uno di ogni donna, quel dettaglio tanto odiato che da sempre ci si preoccupa di nascondere, quel dettaglio di cui avere vergogna.

A post shared by Dot Pigeon (@_dotpigeon) on

Dopo che tante celebrities, come la modella curvy Ashley Graham o la neo mamma Chrissy Teigen, hanno mostrato con orgoglio il loro corpo "imperfetto" dovuto alla gravidanza o semplicemente alla natura, fregandonese del giudizio altrui, ora anche Barbie sfoggia con orgoglio la sua cellulite e nello scatto pubblicato da Dot Pigeon il claim di accompagnamento è "Real means beautiful", ovvero "Reale vuol dire bello". Quanto è vero.