La terza puntata della 70esima edizione del Festival di Sanremo è stata dedicata ai duetti e sono stati moltissimi gli artisti saliti sul palcoscenico dell'Ariston per esibirsi in cover di canzoni che hanno fatto storia al fianco dei big in gara. Marco Masini ha interpretato "Vacanze Romane" dei Matia Bazar in coppia con Arisa ed è stato un vero e proprio trionfo tra acuti altissimi e musiche suonate al piano in modo magistrale. Ad aver attirato le attenzioni del pubblico è stata soprattutto la cantante tornata a Sanremo nelle vesti di ospite speciale, che per l'occasione ha dato il meglio di lei in fatto di look, presentandosi sulla tanto temuta scalinata in bianco e con i capelli biondo platino.

Arisa in versione Brigitte Nielsen a Sanremo

Arisa ha sempre abituato i fan a continui cambi look, alcuni anche decisamente estremi, ma nessuno si sarebbe mai immaginato che avrebbe rivoluzionato la sua immagine in modo tanto drastico per tornare sul palcoscenico dell'Ariston. Per esibirsi in coppia con Marco Masini ha puntato sul total white con un abito giacca firmato Atelier Studio NV, caratterizzato da un'abbottonatura doppio petto, una gonna al ginocchio e un corpetto con le maniche lunghe e la scollatura generosa. Per completare il tutto ha scelto dei décolleté gioiello con il tacco a spillo ma il dettaglio che ha sorpreso maggiormente il pubblico è stata l'acconciatura. La cantante è tornata al biondo platino, optando per un taglio cortissimo in stile Brigitte Nielsen. Nonostante in molti abbiano definito il beauty look un po' eccessivo, c'è un motivo nascosto dietro questa cambiamento radicale: Arisa soffre di tricotillomania.

Arisa soffre di tricotillomania

La tricotillomania è un disturbo ossessivo-compulsivo causato da depressione o stress che porta chi ne soffre a strapparsi i capelli o i peli senza rendersene conto. In un primo momento si prova  sollievo, poi si viene travolti dal senso di colpa. La cosa peggiore è che si va facilmente incontro a dermatiti e alopecia, aggravando la sensazione di stress provata. Si tratta di un disturbo cronico nella maggior parte dei casi ma esistono anche delle terapie per curarla, anche se spesso richiedono moltissimo impegno poiché si nascondono disturbi mentali o comportamentali. Arisa, dunque, punta sempre su tagli di capelli corti ed estremi per necessità ma non ha avuto paura di rivelarlo sui social, dando prova di grande coraggio. Non sarebbe forse arrivato il momento di smetterla con le critiche troppo dure nei suoi confronti?