1.411 CONDIVISIONI
26 Marzo 2015
12:48

Anorgasmia: non riuscire a raggiungere l’orgasmo è un disturbo psichico

Vi è mai capitato di fare sesso, di sentirvi soddisfatte, ma di non riuscire a raggiungere l’orgasmo? Si chiama “anorgasmia” e letteralmente significa assenza di orgasmo, che non viene raggiunto né con la penetrazione, né con la stimolazione del clitoride. Attenzione però, non deve essere confusa con la frigidità.
A cura di Valeria Paglionico
1.411 CONDIVISIONI

Quante volte sarà capitato, soprattutto alle donne, di avere un rapporto sessuale piacevole e soddisfacente, ma di non riuscire comunque a raggiungere l’orgasmo? Questo fenomeno viene chiamato anorgasmia e letteralmente significa proprio “assenza di orgasmo”. In pratica, anche quando si prova una normale eccitazione, una donna non riesce a passare alla fase orgasmica, né con la penetrazione, né con la stimolazione del clitoride e di conseguenza non arriva al culmine del piacere.

L'anorgasmia può essere causata da droghe e farmaci assunti, da disturbi fisici all’apparato genitale oppure può avere un’origine psicologica. In quest’ultimo caso, il disturbo può essere causato dalla mancanza di fiducia in se stesse, dalla brutalità del compagno, dalla routine sessuale o dai dubbi riguardo ai propri sentimenti sul partner. In ogni caso non deve essere confusa con la frigidità, che è una totale assenza di piacere e che, però, può diventare una conseguenza dell’anorgasmia. Una donna che non riesce ad arrivare al culmine del piacere, infatti, può scoraggiarsi così tanto da diventare frigida e da perdere ogni tipo di desiderio. Esistono diversi tipi di anorgasmia. Viene chiamata primaria quando la donna non ha mai raggiunto l’orgasmo in tutta la sua vita sessuale; secondaria se invece è il disturbo è sopravvenuto dopo un’attività intima regolare; totale se la donna non raggiunge orgasmi né vaginali, né clitoridei e parziale se la donna raggiunge sempre solo uno di questi ultimi due.

Viene stimato che quasi il 10% della popolazione femminile soffra di anorgasmia senza saperlo. Fortunatamente, però, esistono delle soluzioni. Se la causa del problema è di tipo fisico si dovrà consultare un ginecologo, che darà i consigli giusti per affrontare il problema, se invece ha un'origine psicologica, bisognerebbe rivolgersi ad uno psicoterapeuta o ancora meglio ad un sessuologo, che permetteranno ad ogni donna di riscoprire l’erotismo del proprio corpo.

1.411 CONDIVISIONI
Anorgasmia: cos'è e perché alcune persone non riescono a raggiungere l'orgasmo
Anorgasmia: cos'è e perché alcune persone non riescono a raggiungere l'orgasmo
7 regole da seguire per far raggiungere l'orgasmo femminile
7 regole da seguire per far raggiungere l'orgasmo femminile
Yogasm: come raggiungere l'orgasmo con lo yoga
Yogasm: come raggiungere l'orgasmo con lo yoga
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni