Anche i cosmetici hanno una data di scadenza, anche se spesso viene ignorata: sono poche infatti le persone che riconoscono il simbolo sulla confezione. Su ogni prodotto è disegnato il simbolo di un barattolo che riporta un numero: quel numero indica i mesi di sopravvivenza del cosmetico una volta aperto. Trascorso tale periodo è meglio buttarli per evitare irritazioni e allergie.

A volte il simbolo del PAO, così si chiama il barattolino che indica la scandeza, "Period After Opening",  è indicato sulla confezione esterna che non sempre viene riposta insieme al cosmetico. Come fare allora per sapere quando un prodotto deve essere buttato? Il mascara è uno di quei cosmetici che durano di meno: dopo 2-3 mesi infatti la formula diventa secca e il prodotto non scorre più sulle ciglia come dovrebbe, rischiando anche di provocare allergie agli occhi. Vita breve anche per le maschere per il viso, che una volta aperte dopo tre mesi circa perdono la loro efficacia.

Molto più duraturi invece i prodotti liquidi come il correttore o il fondotinta che durano all'incirca un anno se mantenuti in condizioni ottimali. Durano un anno anche i sieri e le creme contorno occhi, mentre le matite sia per occhi che per labbra, durano all'incirca 24 mesi. Anche i rossetti possono durare fino a due anni, così come come gli smalti e i prodotti in polvere come blush, ciprie e ombretti. Il segreto per farli durare più a lungo e di chiudere sempre perfettamente ogni confezione, in modo da evitare che l'aria penetri all'interno. I cosmetici vanno inoltre tenuti lontano dalle fonti di calore e in luoghi freschi e asciutti, per evitare che la formulazione risenta delle temperature.