Catherine Porter viene da Nottingham, ha 19 anni e, nonostante la giovane età, è già mamma di Mya, una bimba di soli 5 mesi. Di recente, è stata protagonista di una storia assurda. Recatasi in farmacia per comprare una medicina alla piccola, quest’ultima ha cominciato a piangere perché aveva fame.

Catherine ha così deciso di allattarla all’interno del negozio, pensando di non fare assolutamente nulla di male. La reazione della farmacista non è stata però quella sperata: le ha gettato addosso un panno sporco e l’ha invitata a coprirsi. “Mia figlia era agitata, così ho deciso di mettermi in disparte e di allattarla. Non mi sono mai sentita peggio per aver semplicemente allattato la bambina”, ha spiegato la 19enne. Quello che proprio non Catherine non riesce a capire è per quale motivo un gesto tanto naturale non venga ancora accettato in pubblico. La sua colpa è semplicemente aver scelto di nutrire nel miglior modo possibile la piccola. La farmacista ha replicato all’accaduto affermando che ha chiesto semplicemente alla donna di coprirsi, senza gettarle contro asciugamani o altri oggetti.

I bambini hanno bisogno di sentirsi sicuri e amati e allattarli al seno fin quando possibile è una cosa giustissima. Non è la prima volta che capita una cosa simile. Era già successo a Lou Burns, invitata addirittura ad abbandonare la hall dell'hotel di lusso Claridge perché stava nutrendo la sua piccola. E' proprio per mettere fine a provvedimenti tanto assurdi che sono sempre di più le mamme infuriate che organizzano delle vere e proprie manifestazioni in luoghi pubblici.