Alessia Marcuzzi è spesso diventata vittima di body shaming, è stata criticata sia per alcuni dettagli estetici che non rispecchierebbero gli stereotipi comunemente accettati sia per il suo stile da "ragazzina". Stanca di ricevere ripetutamente offese insensate, di recente ha deciso di mettere in atto una vera e propria battaglia contro gli haters. E' da diversi giorni che la presentatrice sta postando scatti volutamente ritoccati che rendono il suo aspetto davvero grottesco e sopra le righe. Il suo obiettivo? Dimostrare che i cosiddetti "leoni da tastiera" non riescono a intaccare la sicurezza che ha in se stessa, per lei sono solo dei perdenti.

Alessia Marcuzzi contro il body shaming

E' da diversi giorni che Alessia Marcuzzi sta postando sul suo profilo social delle foto davvero molto "strane", in cui appare quasi irriconoscibile con le forme "esplosive". Il motivo per cui lo fa? Mettere a tacere gli haters che da sempre la criticano per il suo aspetto e per il suo modo di vestire. Tutto è cominciato qualche giorno fa quando in molti hanno definito gli shorts che indossava "troppo corti" per una donna di 46 anni e da allora la presentatrice si è "scatenata". Ha preso ispirazione da Elisabetta Canalis, la prima a ritoccare uno scatto in modo "esagerato", e non ci ha pensato su due volte a postare un'immagine con un lato b enorme e un vitino da vespa, così da prendersi gioco di tutti quelli che si sono scagliati contro di lei. Ha poi spiegato di sostenere la causa delle sorelle Ferragni che di recente, dopo essere state definite "troppo grasse" per essere influencer, hanno definito il body shaming per perdenti.

La nuovo foto ritoccata della presentatrice

Nelle ultime ore la Marcuzzi è tornata a usare Photoshop in modo esagerato, continuando così la sua battaglia contro gli haters. Ha aumentato la grandezza di seno, lato b e labbra, rendendo tutto davvero esplosivo, e il risultato finale è stato davvero irrealistico.

Nella didascalia ha poi scritto: "Oggi mi sono svegliata così… Con il vento in poppa. P.s. gli invidiosi diranno #photoshop". Insomma, la conduttrice sta cercando di combattere il body shaming con ironia, nella speranza che tutti capiscano che criticare o valutare qualcuno solo per l'aspetto fisico è una cosa assolutamente sbagliata. A 46 anni lei è riuscita a raggiungere una certa sicurezza in se stessa, dunque le offese le scivolano addosso, ma il suo pensiero va verso i giovanissimi che si sentono davvero "troppo magri" o "troppo grassi" se presi di mira sui social. I fan sembrano apprezzare l'idea, visto che l'hanno premiata con oltre 74.000 like e innumerevoli commenti positivi.