E' tempo di grandi cambiamenti nel mondo del cinema, dopo la svolta "femminista" di James Bond, anche uno dei supereroi della Marvel è diventato donna. Si tratta di Thor, che nel prossimo capito della saga vedrà il ritorno di Natalie Portman. La cosa insolita è che l'attrice non ricoprirà più un ruolo di secondo piano, ovvero quello di Jane Foster, la fidanzata del protagonista, sarà la versione femminile del Dio del Tuono. Per la prima volta nella storia, dunque, il personaggio leggendario non sarà più un uomo bellissimo e muscoloso, in "Thor: Love and Thunder" si darà spazio al girl power.

Natalie Portman sarà Thor nel nuovo film della saga

In occasione del San Diego Comi-Con, Marvel Studios ha annunciato il prossimo capito di una delle sue iconiche saghe, "Thor: Love and Thunder", che arriverà al cinema nel novembre del 2021. Oltre a Chris Hemsworth nei panni del protagonista, il film vedrà il ritorno di Natalie Portman ma la cosa insolita è che quest'ultima porterà una svolta epocale all'interno del racconto. Se fino alle precedenti edizioni il suo personaggio di Jane Foster è sempre stato relegato all'immagine della scienziata innamorata del supereroe, questa volta assumerà un ruolo di primo piano nella storia, diventerà infatti la versione femminile del Dio del Tuono. Sarà lei a prendere il posto dell'originale quando, in seguito ad alcuni eventi al limite del catastrofico, quest'ultimo non sarà più in grado di impugnare il martello chiamato Mjolnir. All'inizio, però, indosserà una maschera, solo in un secondo momento rivelerà la sua vera identità, lasciando così tutti senza parole.

Thor, il Dio del Tuono è donna

Thor è figlio di Odino, il re degli dei di Asgard, e di Gea, la maggiore dea della Terra, e nasce come una delle principali divinità scandinave. E' infatti il dio del tuono, del fulmine e della tempesta e da sempre l'iconografia lo ha identificato con una figura maschile, per la precisione con un vichingo, capace di tenere tra le mani un pesantissimo martello chiamato Mjolnir, secondo la mitologia simbolo di forza e prosperità. La Marvel Comics si è ispirata proprio a questa leggenda per riscrivere le avventure nell'eroe e nei suoi film ha affidato sempre l'iconico ruolo a Chris Hemsworth, uno degli uomini più belli del mondo che con il suo fascino irresistibile e i suoi muscoli scolpiti impersonificava alla perfezione il personaggio mitico che combatte contro le forze del male. I tempi, però, stanno cambiando e anche la Marvel si è voluta adeguare, passando il ruolo a una donna, Jane Foster, quella che era sempre stata relegata all'immagine della fidanzata innamoratissima del Dio. A partire dal prossimo episodio della saga avrà il potere nelle sue mani, a dimostrazione del fatto che una rappresentante del sesso femminile non ha nulla da invidiare ai maschietti, anche quando si parla di un mondo fantastico. Dopo la svolta femminista di James Bond, nel quale per la prima volta a interpretare 007 sarà una donna, anche in Thor le cose cambieranno. Il mondo del cinema starà (finalmente) dando spazio alle donne emancipate?

Jane Foster si aggiunge alle eroine della Marvel

La Marvel Comics ha fatto storia nel mondo dei fumetti, grazie al leggendario disegnatore Stan Lee, morto lo scorso anno, ha dato vita a vere e proprie icone pop. Siamo sempre stati abituati ad associare l'immagine del supereroe a un uomo forte e muscoloso ma la verità è che sono state diverse le eroine che sono riuscite a distinguersi per coraggio e bellezza in un universo dominato quasi esclusivamente dai maschietti. E' il caso della Vedova Nera, della Fenice, di She Hulk o della Donna invisibile dei Fantastici 4, ma nessuna di loro al cinema ha ottenuto il successo che meritava. Sarà perché sono state sempre relegate a sagre di "second'ordine" o perché il pubblico non era ancora pronto per vedere una donna capace di sconfiggere il male solo con le proprie forze, ma l'unica cosa certa è che le eroine della Marvel non hanno mai sfondato, soprattutto se paragonate alla controparte maschile. Le cose cambieranno con Jane Foster nei panni di Thor? Di sicuro con il pesantissimo Mjolnir tra le mani darà  prova di non avere nulla da invidiare ai muscoli del "tradizionale" Dio del Tuono.