L'acqua micellare è lo struccante più richiesto perchè con un unico prodotto puoi rimuovere il make up di viso, occhi e labbra: la sua composizione a base di micelle fa si che queste microparticelle si leghino a impurità, residui di trucco ed eccesso di sebo, permettendo così una pulizia completa. Se nessuno mette in dubbio il suo utilizzo con un dischetto, che sia di cotone oppure lavabile e riutilizzabile, c'è ancora molta confusione sulla questione del risciacquo: l'acqua micellare va risciacquata oppure no?

Cos'è l'acqua micellare

Struccante nato negli anni '80 per permettere ai make up artist di struccare velocemente i visi delle modelle nei backstage di servizi fotografici e sfilate, oggi è uno dei prodotti più utilizzati nella beauty routine. L'acqua micellare è una soluzione detergente acquosa composta da micelle, delle piccole sfere di tensioattivi che inglobano impurità e tracce di trucco. È considerato uno struccante multifunzione perché in grado di struccare viso, occhi e labbra eliminando ogni traccia di trucco, ma anche impurità, smog e sebo in eccesso lasciando la pelle perfettamente pulita senza intaccare lo strato idrolipidico della pelle. L'acqua micellare può inoltre essere arricchita da principi attivi, come ad esempio quelli lenitivi o idratanti, ed è quindi adatta ad ogni tipo di pelle.

L'acqua micellare si risciacqua

Nonostante la vasta diffusione di questo struccante per la pulizia del viso quotidiana, c'è ancora confusione su come si utilizza ma soprattutto sul risciacquo. C'è chi pensa infatti che una volta imbevuto il dischetto di acqua micellare e passato sul viso per rimuovere il make up si possa passare subito all'applicazione della crema idratante, ma non è così. L'acqua micellare va risciacquata, anche se sulla confezione è riportata la dicitura "senza risciacquo". La soluzione acquosa infatti è arricchita di tensioattivi con proprietà schiumogene e detergenti che rimangono sul viso, non permettendo così di ultimare la pulizia della pelle. A tal proposito è diventato virale su Tik Tok un video che mostra quanta schiuma può rimanere sul viso dopo aver utilizzato l'acqua micellare. Dopo aver imbevuto un dischetto di cotone o un asciguamano con l'acqua micellare lo si appoggia sulla bocca e si soffia: cosa succede? Dal dischetto fuoriesce una quantità di schiuma che nessuno si aspetterebbe.

@eri.moran

#perte #foryou #fyp

♬ suono originale – erimoran

Come utilizzare e risciacquare correttamente l'acqua micellare

Ma come si usa quindi l'acqua micellare nel modo corretto? Utilizzarla è davvero molto semplice: dopo aver imbevuto un dischetto di cotone oppure un dischetto struccante lavabile massaggialo delicatamente sul viso, partendo dagli occhi e rimuovendo ogni traccia di ombretti, matite e mascara. Passa poi al viso, se necessario con un nuovo dischetto pulito. A questo punto non dovrai fare altro che sciacquare il viso con dell'acqua, oppure utilizzare un detergente per eliminare ogni traccia di trucco e acqua micellare con la doppia detersione. Solo dopo aver risciacquato l'acqua micellare potrai procedere con gli step successivi della skincare routine e applicare la crema idratante.