Achille Lauro è il cantante del momento, fin da quando è salito sul palcoscenico di Sanremo nel 2019 ha dimostrato di essere rivoluzionario, talentuoso, innovativo, sopra le righe, un vero e proprio performer a 360 gradi. È stata però la seconda esperienza sul palco dell'Ariston ad aver decretato il suo successo, in quel momento ha dato prova di essere un artista dalle mille anime, capace di reinventarsi per ogni progetto musicale che lancia. Dopo aver sconvolto tutti con la sua tutina scintillante sfoggiata per la presentazione di "Me ne frego" ed essere diventato una bambola per l'album "1990", nelle ultime ore ha rivelato la sua ennesima trasformazione. Per l'album "1969 – Achille Idol Rebirth, ovvero una rivisitazione con singoli inediti del lavoro già diventato icona della musica italiana, ha ricoperto i panni di Achille Idol.

A presentare l'inedito personaggio è stato lui stesso in un post condiviso sui social, nella cui didascalia ha scritto: "Nato a Londra, nel quartiere di Stanmore, da un commerciante, il frontman della punk rock band Generation X prese il soprannome da un episodio della sua adolescenza: la sua insegnante, correggendo un suo compito, scrisse a margine ‘William is idle', ‘Billy è un fannullone'". Cosa indossa Achille Idol? È una sorta di "pierrot moderno", porta una tuta-scultura variopinta di Moschino che fa parte della collezione ispirata a Pablo Picasso, degli stivali con tacco e plateau zebrati e al collo un'esuberante collana di perle abbinata a degli orecchini della stessa serie. Per completare il tutto, non rinuncia al make-up appariscente con ombretto bordeaux e illuminante sugli zigomi, mentre per quanto riguarda i capelli, li porta biondo platino e a spazzola. Insomma, Achille Lauro non smette mai di sorprendere e i fan non vedono l'ora di scoprire tutte le sue inedite trasformazioni.