Mangiare negli orari giusti ci aiuterebbe a perdere peso o, almeno, a non ingrassare: si parte quindi dal principio su cui si basa la cronodieta, cioè un regime alimentare che si basa sull'assunzione di cibi in determinate ore del giorno, che riuscirebbe a essere particolarmente efficace. Oltre a ciò che mangiamo, quindi, è importante anche quando consumiamo i nostri pasti quotidiani: colazione, pranzo e cena, dovrebbero seguire degli orari ben precisi. Ciò perché il cibo si assimila in modo diverso, e potrebbe ripercuotersi sulla nostra linea. Scopriamo allora a che ora mangiare per dimagrire e la tipologia di nutrienti da assumere nei diversi pasti giornalieri.

Perché è importante mangiare negli orari giusti per non ingrassare

La motivazione starebbe tutta nelle variazioni metaboliche e ormonali, che sono regolate dal nostro orologio biologico, e che influiscono sull'assorbimento e smaltimento di nutrienti come zuccheri, grassi e carboidrati. Per perdere peso, o comunque, per non ingrassare, sarebbe consigliabile consumare colazione, pranzo e cena in orari in cui il metabolismo è più attivo: rispettando, quindi, i ritmi dell'organismo.

Colazione tra le 7 e le 9 per smaltire subito gli alimenti

La colazione andrebbe consumata ogni mattina tra le 7 e le 9: è questa la fascia oraria in cui l'insulina, l'importante ormone che regola il livello di zuccheri nel sangue, e l'attività del nostro metabolismo, sono al massimo. Il nostro corpo viene da ore di digiuno e deve quindi ricevere l'energi giusta per attivare il metabolismo. Gli alimenti consumati in questa fascia oraria saranno quindi smaltiti in poco tempo. Ma cosa preferire al mattino? L'ideale sono i carboidrati, in quanto a colazione la capacità dell'organismo di rispondere al carico glicemico è al massimo. Importante però scegliere i carboidrati giusti, come i cereali integrali, ma anche latte vegetale, di avena, di soia o di riso, yogurt e frutta fresca. Da evitare invece gli zuccheri semplici, che causano una ipoglicemia in poco tempo: il risultato è che abbiamo fame dopo poco tempo, mangiando di più a pranzo. Vietato poi saltare la colazione: ciò determinerebbe uno stato di stress e anche una carenza di nutrienti, rallentando il metabolismo.

Pranzo tra le 12 e le 14 per non permettere al grasso di accumularsi

L'orario ideale per il pranzo è invece tra le 12 e le 14, quando gli ormoni della tiroide sono più attivi: il metabolismo è più veloce e non si accumula grasso. Anche a pranzo, l'ideale è preferire i carboidrati a basso indice glicemico, come pane e pasta integrali, riso, orzo e farro, da abbinare a legumi, verdure e frutta: via libera anche alle spezie. In ogni caso, il pranzo dovrebbe essere consumato entro le 4 ore e 1/2 dalla colazione, per bruciare i grassi più velocemente.

Cena tra le 19 e le 20 per aumentare la massa magra

La cena dovrebbe essere consumata entro 3 ore dal pranzo, o comunque tra le 19 e le 20. In questa fascia oraria l'ormone della crescita, che favorisce l'aumento della massa magra, è ai suoi massimi livelli. Inoltre, la poca distanza tra pranzo e cena, non lascia spazio a spuntini spezza-fame, giungendo così alla cena con poca fame. La cena dovrà comunque essere leggera e a base di proteine e grassi buoni come pesce azzurro, carne magra, verdure e pane integrale. La sera, infatti, è il momento in cui comincia la produzione di GH, l'ormone della crescita che, durante la notte, rigenera i tessuti, favorendo l'aumento della massa magra.