Avete mai pensato che l'ora in cui mangiate può influire sulla vostra capacità di bruciare grassi e chili di troppo? A dispetto di quanto si potrebbe pensare, la cronodieta, cioè un regime alimentare che si basa sull'assunzione di cibi in determinate ore del giorno, riuscirebbe a essere particolarmente efficace. Il segreto è assumere più calorie durante il giorno, ovvero quando si è più svegli e attivi: in questo modo ci si nutre meglio e si mantiene il peso forma.

Quali sono i benefici della cronodieta?

Secondo uno studio condotto da Joseph Takahashi del Southwestern Medical Center negli Stati Uniti e pubblicato sulla rivista Cell Metabolism, mangiare in determinate ore della giornata favorirebbe la perdita di peso. Sono stati condotti degli esperimenti su dei topi e i risultati sono stati chiari: quelli che venivano costretti a mangiare in un lasso di tempo di 12 ore al giorno riuscivano a dimagrire senza ridurre le calorie totali. Il motivo per cui avviene? I ritmi circadiani riescono a regolare anche il rilascio di ormoni, i valori della pressione sanguigna e la stimolazione del metabolismo. Insomma, la cronodieta riuscirebbe ad avere degli effetti incredibili sul proprio corpo e sulla propria salute, a patto che la maggior parte delle calorie vengano assunte durante il giorno, quando cioè si registra un aumento del desiderio di muoversi. Il consiglio è dunque quello di fare una colazione abbondante, un pranzo non eccessivamente ricco e una cena dietetica. L'ideale sarebbe ridurre a 8-10 ore l'arco di tempo in cui si assume cibo, rimanendo digiuni per altre 14-16 ore. In questo modo si riuscirebbe a ridurre anche il rischio ictus, infarto e arteriosclerosi.