I piedi sono importantissimi in quanto sopportano il peso del nostro corpo, dovremmo quindi prestargli costantemente cura e attenzione se vogliamo mantenerli sani. Attraverso i piedi, inoltre, è possibile scoprire alcuni problemi di salute, legati ad esempio a particolari patologie, a carenze di alcuni nutrienti e non solo. Teniamo quindi d'occhio se i nostri piedi sono sempre freddi, screpolati, gonfi, se la pelle cambia colore o se le unghie risultano ingiallite o crescono a cucchiaio. Scopriamo allora cosa ci dicono i piedi sulla nostra salute e tutti i segnali da non sottovalutare.

1.Piedi secchi e screpolati a causa delle micosi e non solo

Se la pelle dei piedi è secca e screpolata potrebbe trattarsi di ipercheratosi, soprattutto se resta secca nonostante l'idratazione: ciò significa che gli strati di pelle non hanno elasticità e continuano a squamarsi. Altre cause potrebbero essere anche il piede d'atleta, una dermatite, psoriasi oppure una micosi o un'infezione da funghi, soprattutto se si frequentano palestre o piscine. Le micosi compaiono di solito prima tra le dita dei piedi e poi si possono diffondere in altre parti del corpo: complice il prurito che porta a grattarsi. Nei casi meno gravi potete semplicemente lavare i piedi spesso, asciugandoli molto bene, soprattutto tra le dita. Potete poi fare dei pediluvi con acqua fredda, bicarbonato e acqua ossigenata, che uccidono i funghi. Preferite poi calze di cotone e mantenete i piedi asciutti, magari utilizzando il borotalco nelle calze e nelle scarpe. Se dopo un paio di settimane non notate miglioramenti, rivolgetevi al medico che potrà prescrivere un trattamento antimicotico.

2.Crampi ai piedi: scarsa idratazione o carenza di nutrienti?

Se all'improvviso compaiono i crampi ai piedi, può essere il sintomo di una scarsa idratazione: ne soffrono spesso le persone che praticano sport. In questo caso sarà sufficiente aumentare il consumo di acqua per migliorare il problema. I crampi ai piedi possono però indicare anche una carenza di alcuni nutrienti importanti come calcio, magnesio o potassio: ciò soprattutto se i crampi sono molto frequenti. In questi casi bisogna consumate più verdure oppure prendere integratori alimentari specifici, sempre dopo aver consultato il medico.

3.Dolore improvviso in un punto preciso del piede

Quando il dolore si localizza in un punto preciso del piede i motivi possono essere diversi. Se a lamentare il dolore è una donna oltre i cinquant'anni con una vita sedentaria, potrebbe trattarsi si piccole fratture che potrebbero essere causata dall'osteopenia, cioè la diminuzione della densità ossea. Se le fratture si ripetono di frequente può trattarsi di una carenza di vitamina D oppure difficoltà ad assorbire il calcio: in questi casi non esitate a consultare il medico. Se invece soffrite di improvvisi dolori all'alluce, potrebbe trattarsi si gotta, una particolare forma di artrite: i sintomi includono anche forte dolore articolare che si verifica spesso di notte. Altra spiegazione potrebbe essere l'artrite reumatoide: i primi sintomi colpiscono infatti le articolazioni delle dita per poi passare a mani e piedi. Capita quindi di avvertire un forte dolore localizzato senza apparente motivo. Anche in questi casi consultate subito il medico.

4.Scomparsa dei peli sulle dita a causa della cattiva circolazione

Solitamente sulle dita dei piedi sono presenti dei peli: ciò indica che quella zona riceve il giusto apporto di sangue. Quando i peli cadono all'improvviso, senza più ricrescere, siamo in presenza di un problema di cattiva circolazione, e ciò potrebbe essere anche la conseguenza di malattie vascolari come l'arteriosclerosi: un indurimento delle pareti arteriose che non permette al cuore di irrigare correttamente le estremità degli arti. Altri segni di cattiva circolazione nei piedi possono essere un colore rosso intenso quando siamo in piedi oppure se, tastando la parte superiore del piede, non sentiamo il battito. In questi casi è bene trattare il problema cardiovascolare che è all'origine, così da migliorare la circolazione.

5.Piedi freddi? Può essere un problema alla tiroide

Avere sempre i piedi freddi potrebbe essere il segno che la tiroide non funziona bene, e che soffrite di ipotiroidismo, oppure potrebbe trattarsi di un problema di cattiva circolazione, soprattutto se avete i piedi ghicciati non solo in inverno ma anche in piena estate. Ci sono poi alcune malattie cardiache, come la malattia arteriosa periferica (PAD), che possono causare il restringimento delle arterie, che impediscono il flusso di sangue, soprattutto alle estremità del corpo, come mani e piedi. Se notate piedi sempre freddi e particolarmente sensibili, consultate il medico per capire qual è il problema alla base.

6.Piedi gonfi a causa della ritenzione idrica

Quando invece vi ritrovate spesso con i piedi gonfi, potrebbe trattarsi di un cattivo funzionamento dei reni, che causa ritenzione idrica. A causare il gonfiore ai piedi può essere anche il consumo di alcuni farmaci, soprattutti quelli per curare diabete o pressione alta. Se a gonfiarsi è solo la punta delle dita, potrebbe trattarsi di ippocratismo digitale, segnale di malattie polmonari, cardiache o gastrointestinali, come il morbo di Crohn: in questi casi le dita assumono la forma delle bacchette di un tamburo. Se dovesse verificarsi questo particolare gonfiore consultate subito il medico.

7.Pelle dei piedi che cambia colore

Se la pelle dei vostri piedi cambia colore, in particolare le dita, che passano dal bianco, al blu, al rosso, allora potrebbe trattarsi del fenomeno di Raynaud. Ciò può avvenire soprattutto quando passiamo rapidamente dal caldo al freddo: il meccanismo sarebbe quindi legato ai vasi sanguigni delle dita che restringendosi provocano il cambiamento di colore. Questo fenomeno colpisce particolarmente le donne, soprattutto quelle che abitano in paesi freddi e chi è particolarmente stressato.

8.Unghie a cucchiaio: sintomo di una carenza di ferro

Le unghie a cucchiaio possono essere il sintomo di una grave carenza di ferro, quindi di anemia. A causa della mancanza di ferro il sangue contiene poca emoglobina, proteina che trasporta l'ossigeno attraverso il corpo. In caso di anemia noterete anche piedi freddi, unghie fragili e pelle sottostante alle unghie molto pallida. Attraverso le analisi del sangue è possibile identificare l'origine dell'anemia: il medico deciderà poi la cura più adatta: è importante sapere che la vitamina C aiuta a fissare il ferro.

9.Unghie gialle? Ecco cosa si nasconde dietro

Se il problema che affligge i vostri piedi sono le unghie gialle, potrebbe trattarsi di onicomicosi, un'infezione da funghi che si sviluppa nella zona sotto ungueale. Le unghie cominceranno ad ingiallirsi e poi ad annerirsi emanando cattivo odore. L'infezione potrebbe quindi diffondersi anche a piedi e mani. A questo problema sono soggette soprattutto le persone che soffrono di diabete, candidosi, malattie autoimmuni o cattiva circolazione.