Mal di testa, nausea, tensione addominale, crampi, dolori ai reni: tutte le donne sanno bene cosa si prova all'arrivo del ciclo mestruale. In quei giorni, a volte, il malessere diventa così invalidante da rendere addirittura impossibili le nomali attività quotidiane, dal lavoro alla palestra, fino ad arrivare alle faccende domestiche. I dolori cominciano qualche giorno prima delle mestruazioni, tanto che vengono identificati con i sintomi della sindrome premestruale, e si amplificano fino all'arrivo del ciclo. Per ridurli, è possibile però seguire una sana e corretta alimentazione. L'ideale è consumare cibi che apportano magnesio, utili per ridurre le prostaglandine, responsabili di crampi e contrazioni, e ricchi di omega 3 e di vitamine del gruppo B.

La dieta per ridurre i dolori del ciclo.

I legumi sono uno degli alimenti perfetti: le fibre contenute al loro interno infatti ridono la possibilità di contrarre crampi allo stomaco, normalizzando inoltre la digestione. Per ridurre i crampi dovuti al ciclo ma anche per prevenirli sono ideali le verdure a foglia verde: spinaci, broccoli, cavoli, insalate sono perfette; grazie ai sali minerali, al calcio e al potassio permettono al corpo ma anche alla mente di rilassarsi completamente e la vitamina K migliora la coagulazione del sangue. Importante durante i giorni del ciclo mestruale assumere dei cibi ricchi di omega 3: meglio scegliere del pesce grasso come sgombro, aringa, tonno e salmone, oppure frutta secca come nocciole, mandorle e noci.

Dolori, sbalzi d'umore e ritenzione idrica possono essere combattuti anche con gli alimenti ricchi di calcio e manganese come cereali integrali, frutta, formaggi come il parmigiano, erbe aromatiche come basilico, timo, rosmarino, prezzemolo e origano, ma anche con lo zafferano e la cannella. Lo yogurt è ideale per facilitare la digestione e favorire la flora intestinale. Fondamentale l'assunzione di acqua, che riduce la possibilità di contrarre crampi e dolori articolari. Da non dimenticare poi le tisane: quella allo zenzero è in grado di combattere la nausea e il gonfiore addominale tipico di questi giorni, mentre la camomilla può aiutare ad alleviare i crampi.

Gli alimenti da evitare per ridurre i dolori mestruali.

Per alleviare i crampi alla pancia e i dolori alla schiena bisogna inoltre evitare di consumare alcuni alimenti. Innanzitutto, è necessario eliminare dalla propria tavola alcune bevande come caffè, tè, tonici nervini, superalcolici e gassose. Queste infatti riducono l'assorbimento del magnesio, il minerale più importante ed efficace per controllare l’intensità delle contrazioni dell’utero, peggiorando i fastidiosi disturbi provocati dal ciclo. Ad essere decisamente sconsigliati sono anche il latte e i suoi derivati, la carne, soprattutto quella rossa, e tutti i cibi eccessivamente grassi poiché sono attivatori di prostaglandine ed amplificano i crampi. Per la stessa ragione, durante i giorni del ciclo, bisogna anche limitare drasticamente il consumo di dolci e di zuccheri semplici. Se si vogliono raggiungere dei risultati ottimali, è necessario seguire questo regime alimentare in concomitanza del ciclo e nei giorni che lo precedono, anche se è consigliabile cambiare completamente il proprio stile alimentare, così da ridurre per sempre i dolori legati all'arrivo del ciclo. Oltre alla dieta sana, è utile anche dedicarsi ad una regolare attività fisica e concedersi il giusto riposo, specie quando la sintomatologia diventa più fastidiosa.