Zlatan Ibrahimovic nel 2006 (a sinistra) e nel 2021 (a destra)
in foto: Zlatan Ibrahimovic nel 2006 (a sinistra) e nel 2021 (a destra)

Amadeus, conduttore ma anche direttore artistico di Sanremo 2021, ha fortemente voluto nella rosa degli ospiti di questa edizione il calciatore Zlatan Ibrahimović. Il suo obiettivo era averlo per tutte e cinque le serate, dal 2 al 6 marzo, ma qualcosa ha sconvolto i suoi piani. L'attaccante infatti salirà sul palco dell'Ariston stasera e poi tornerà da giovedì a sabato: domani sarà impegnato in una partita. La scelta è caduta sul 39enne svedese perché Amadeus si è detto certo che possa portare alla kermesse qualcosa di importante e interessante: lo ha definito un grande campione che ha però anche qualcosa da raccontare, proprio come Cristiano Ronaldo presente l'anno scorso.

Zlatan Ibrahimović dalle giovanili ai grandi club

Oggi è un grande campione di fama mondiale, con alle spalle vittorie, primati e riconoscimenti, ma anche Zlatan Ibrahimović come tutti ha dovuto fare la gavetta per arrivare a questi livelli. Fino ai 18 anni ha giocato in squadre piccole, per poi cominciare a farsi notare nelle squadre di club: il Malmo FF, l'Ajax e poi il primo team italiano a credere in lui e nel suo talento, la Juventus. Per l'attaccante il tempo sembra non passare mai: complice anche il tanto sport e lo stile di vita, vanta un fisico atletico e in forma. Sul suo corpo nel corso degli anni sono comparsi numerosi tatuaggi, la maggior parte su schiena e braccia. I suoi capelli lunghi sono da anni una sorta di segno distintivo.

Zlatan Ibrahimović nel 2009
in foto: Zlatan Ibrahimović nel 2009

I capelli di Zlatan Ibrahimović, un marchio di fabbrica

I capelli di Zlatan Ibrahimovic hanno spesso fatto notizia, visto che ci ha più volte giocato stravolgendo il suo look. Agli esordi il calciatore, quando sul viso pulito non aveva neppure un accenno di barba, li portava lunghi (e persino con un accenno di meches, quando era molto piccolo). Poi c’è stata una parentesi in cui li ha rasati a zero, ma dal 2006 circa è tornato ai capelli lunghi e non li ha più abbandonati, col laccio emostatico sulla fronte e poi più di recente raccolti in uno chignon (basso oppure alto).

Zlatan Ibrahimović nel 2020
in foto: Zlatan Ibrahimović nel 2020

Il calciatore si è rifatto il naso?

La rinoplastica è uno degli interventi di chirurgia estetica più gettonati: a molti il naso non perfettamente dritto proprio non piace e faticano a vedere sul proprio viso quelle antiestetiche "gobbette", preferendo un cosiddetto naso alla francese. Il naso di Zlatan Ibrahimović è stato spesso al centro dell'attenzione per ipotetici cambiamenti dovuti al bisturi. Le prime voci risalgono al 2013. Poi di nuovo se ne è parlato nel 2017, quando ancora si è ipotizzato un intervento realizzato per correggere ulteriormente il profilo aquilino. Il diretto interessato non si è mai espresso in merito, né per confermare né per smentire, dunque non resta che osservare con attenzione il confronto prima-dopo per farsi un'idea.