Lo zenzero (Zinziber officinale) è da sempre utilizzato nella cucina asiatica grazie al suo sapore leggermente piccante che dona un sapore particolare a pietanze salate e dolci, come i classici biscotti di Natale a forma di omino. Lo zenzero viene però utilizzato anche in medicina ayurvedica grazie alle sue tante proprietà terapeutiche, ma può aiutarci anche a perdere peso se utilizzato  nel modo giusto come alimento "brucia grassi". Vediamo allora come utilizzare lo zenzero per dimagrire, un toccasana non solo per la salute ma anche per la linea.

Proprietà generali dello zenzero

Lo zenzero ha proprietà digestive, antinfiammatorie ed è ottimo per curare gli stati influenzali e i dolori osteoarticolari. Inoltre facilita il transito intestinale e protegge la flora batterica e la mucosa gastrica, oltre ad essere un antiossidante naturale utile anche per prevenire i tumori. Lo zenzero è però anche un alimento detox dall'azione brucia grassi, proprio per questo è un ottimo alleato per dimagrire: bisognerà inserirlo all'interno del proprio programma alimentare seguendo una dieta equilibrata e svolgendo regolare attività fisica.

Dimagrire con lo zenzero: ecco come e perché

Ma perché lo zenzero ci fa dimagrire? Grazie ad uno dei suoi principali costituenti: il gingerolo, un composto chimico dalle proprietà termogeniche in quanto, grazie al suo sapore piccante, riesce ad aumentare la temperatura del corpo accelerando il metabolismo. In questo modo si facilita lo scioglimento del grasso addominale, per un effetto "brucia grassi",  soprattutto se si abbina allo zenzero una dieta equilibrata e una regolare attività fisica.

Lo zenzero è anche un ottimo spezzafame da utilizzare come spuntino: in questo modo ci aiuterà anche a digerire con maggiore facilità carboidrati e proteine, favorendo l'eliminazione dei gas intestinali per un effetto pancia piatta.

Quanto assumerne al giorno per dimagrire e come utilizzarlo

Per sfruttare al meglio le proprietà dimagranti dello zenzero è consigliabile consumarne dai 10 ai 30 grammi al giorno. Vediamo in quanti modi possiamo utilizzare lo zenzero fresco per dimagrire. Perché abbia effetto deve essere utilizzato tutti i giorni da solo o abbinato ad altri alimenti.

Decotto: il decotto di zenzero ha ottimi effetti sul metabolismo. Per prepararne una tazza utilizzate 200 ml di acqua fredda a cui aggiungere due fettine sottili di radice di zenzero. Fate bollire per 2 minuti e lasciate in infusione per circa 10 minuti, filtrate e bevete la bevanda al mattino a digiuno e nel tardo pomeriggio: l'ideale sarebbe consumarne almeno due tazze al giorno. In alternativa potete preparare il decotto con l'aggiunta di cannella e una scorza di limone durante la fase di ebollizione, altrimenti potete aggiungere del succo di limone durante l'infusione. Il decotto sarà così ancora più gustoso e gradevole da bere.

Se volete preparare anche una tisana al mattino da bere durante la giornata: portate ad ebollizione mezzo litro di acqua e aggiungeteci 6 fettine sottili di radice di zenzero e un pezzetto di cannella. Lasciate in infusione per 10 minuti, filtrate e mettete il liquido in una bottiglia, così da consumarla durante il giorno senza doverla preparare più volte. Se non avete la radice fresca potete realizzare un infuso utilizzando lo zenzero in polvere da acquistare in erboristeria. Oppure potete aggiungere lo zenzero alle vostre pietanze, grattugiato o a fettine.

Infine potete mangiare lo zenzero a pezzetti: due o tre nell'arco della giornata sono l'ideale per godere dei benefici dimagranti dello zenzero. È ideale per chi ama il gusto piccante e particolare dello zenzero ed è un ottimo spezza fame.

Controindicazioni

Se assunto correttamente lo zenzero non ha particolari controindicazioni, l'importante è non eccedere con le dosi. Ci sono però dei casi particolari in cui è meglio limitarne al minimo l'utilizzo o evitarlo.

  • In quali casi non bisogna assumere lo zenzero: dovranno evitarne il consumo i soggetti allergici e intolleranti così come chi soffre di calcoli alla bile o è in cura con anticoagulanti e farmaci antinfiammatori. In questi ultimi casi è possibile chiedere il parere al proprio medico. Anche chi soffre di diabete dovrebbe evitarne il consumo a causa del suo effetto ipoglicemizzante
  • In quali cosi non abusarne: chi soffre di ipertensione non deve eccedere nel consumo di zenzero o consultare il proprio medico.
  • Cosa fare in gravidanza: lo zenzero non dovrebbe causare problemi alle donne in gravidanza, anzi aiuterebbe in caso di nausea gravidica grazie alle sue proprietà antiemetiche. In ogni caso è sempre bene consultare prima il ginecologo per evitare effetti collaterali.