Praticare yoga in spiaggia è l'ideale per godere degli effetti salutari di questa disciplina. Lo yoga , infatti, ha un effetto salutare su mente e corpo: aiuta a tonificare i muscoli e le articolazioni, a combattere il mal di schiena, a donare energia e a tenere lontano lo stress, aiutandoci a ritrovare il benessere fisico e interiore. Durante le vacanze possiamo, quindi, ritagliarci del tempo per svolgere alcune posizioni yoga, i cosiddetti asana, sulla sabbia in riva al mare. Potete praticarlo anche se siete alle prime armi: l'importante è scegliere luoghi poco affollati o in orari in cui la spiaggia è quasi deserta. Ma scopriamo quali sono i benefici dello yoga in spiaggia e le posizioni migliori da eseguire.

Perché fare yoga in spiaggia e quali sono i benefici

Praticare yoga in spiaggia è molto benefico: oltre al contatto con la natura, la sabbia aiuta il corpo ad assumere le posizioni in modo più naturale. In riva al mare non avrete bisogno del classico tappetino da yoga, ma vi basterà un asciugamano: gli esecizi in piedi potete eseguirli anche direttamente con i piedi sulla sabbia, così da sentirne il benefico contatto diretto. La sabbia risulta essere davvero un toccasana, soprattutto per chi soffre di mal di schiena o per chi ha problemi alle articolazioni, in quanto i muscoli non vanno sotto sforzo e permette una libertà di movimento più estesa. Vi aiuterà anche a ritrovare l'equilibrio, a combattere l'insonnia e i dolori mestruali, oltre a rassodare glutei e addome. Fate lo yoga al mattino presto, prima di colazione, oppure al tramonto, prima di cena, così la spiaggia sarà meno affollata e potrete dedicarvi al meglio agli asana. Ma ecco queli svolgere in spiaggia.

Posizione dell'albero per trovare l'equilibrio

La posizione dell'albero (vrksasana) è un asana di equilibrio. Per eseguirla mettetevi in posizione eretta con i piedi ben fissati a terra. Spostate il peso sul piede sinistro, piegate lentamente la gamba destra e appoggiate la pianta del piede sulla coscia sinistra. Appena raggiungerete l'equibrio e una posizione stabile, unite i palmi delle mani allungando le braccia sulla testa. Per trovare stabilità fissate un punto preciso di fronte a voi.

Posizione del cobra per distendere la muscolatura

La posizione del cobra (Bhujangasana) è un'asana che aiuta a distendere i muscoli, soprattutto quelli del torace e del bacino. È la posizione perfetta anche per chi ha bisogno di distendere i muscoli del collo e per alleviare i dolori cervicali. Stendetevi a pancia in giù e mettete i palmi della mani a terra all'altezza delle spalle. Inspirate e cominciate ad allungare le braccia: dovrete sollevare il bacino puntando le braccia al pavimento in modo da distendere il busto il più possibile. Piegate la testa all'indietro senza sforzare il collo e mantenendo le spalle rilassate. Mantenete la posizione fino a quando riuscite a mantenere un buon equilibrio tra sforzo e rilassamento. Per terminare uscite dalla posizione espirando e riportando la testa in avanti e piegando i gomiti in modo da avvicinare il torace al suolo. Oltre a distenere la muscolatura, aiuterà anche a rassodare i glutei.

Posizione del guerriero per ritrovare stabilità

Un'altra posizione yoga ideale per la spiaggia, è quella del guerriero (Virabhadrasana) utile per ritrovare stabilità. Per eseguirla portate la gamba destra avanti e stendete la sinistra indietro. Ruotate il piede verso l'esterno e piegate il ginocchio della gamba destra. Le braccia sono in alto con i palmi delle mani uniti e lo sguardo è fisso avanti a voi. Non appena avrete raggiunto la giusta stabilità, guardate in alto e mantenete la posizione fin quando riuscite. Ripetete invertendo la posizione delle gambe.

Posizione del ponte contratto contro il mal di schiena

Un'altro asana da praticare in riva al mare è il ponte contratto (Setu Bandha Sarvangasana). Per eseguirla mettetevi schiena a terra, piegate le ginocchia portando i talloni verso i glutei. Espirando spingete sui talloni, così da portare il bacino verso l'alto: il peso sarà tutto su spalle e piedi. Non appena vi sentirete pronti appoggiate le mani alla testa e sollevatevi sulle braccia, così da formare un arco. Questa posizione è l'ideale contro il mal di schiena, ma aiuta anche in caso di dolori mestruali e insonnia.

Savasana e meditazione per rilassarsi

Per concludere praticate la savasana, posizione ideali per rilassarsi. Sdraiatevi sulla sabbia, i palmi delle mani sono rivolti in su e le braccia sono distanziate dal corpo, mentre i piedi sono larghi verso l'esterno. In questa posizione restate in ascolto del vostro respiro: le onde del mare aiuteranno a rilassarsi. Concludete poi con almeno 5 minuti di meditazione: siedetevi a gambe incrociate, rivolti verso il mare, appoggiate il dorso delle mani sulla gambe, unite pollice e indice e respirate profondamente.