Alan Lawrence è fotografo e papà dello Utah. Qualche mese fa aveva realizzato un progetto davvero insolito che aveva commosso tutto il web. Il protagonista dei suoi scatti era suo figlio Wil, un bambino di 18 mesi affetto dalla sindrome di Down, che sembrava volare per davvero. Oggi, il piccolo ha due anni e suo padre ha deciso di realizzare il secondo capitolo della serie “Wil Can Fly”.

A differenza delle foto precedenti, questa volta il bimbo sembra aver volato in luoghi da sogno come il Golden Gate Bridge, il Grand Canyon, e Joshua Tree National Park in California. Il piccolo è stato in tutti i posti più belli del mondo, almeno con il fotoritocco. L’obiettivo di Alan è quello di far conoscere ancora di più all’opinione pubblica la sindrome di Down, una malattia che spesso genera delle fastidiose discriminazioni. Tutti hanno bisogno di capire che le persone con esigenze speciali possono fare ciò che desiderano senza alcun problema. “All’inizio credevo che fosse una condanna, ma poi ho capito che Wil sarebbe stato una benedizione”, ha dichiarato l’amorevole papà che in un primo momento non pensava che sarebbe stato capace di gestire una situazione tanto difficile.

Dopo la nascita di suo figlio, però, le cose sono cambiate e Wil è diventato la luce della sua famiglia. Visto il feedback positivo ottenuto con le prime immagini del piccolo, l’uomo ha deciso di continuare il progetto. In futuro intende realizzare un calendario dedicato a suo figlio e donare la metà del ricavato alle fondazioni che sostengono le persone affette dalla sindrome di Down. Intanto, raccoglie tutti gli scatti di Wil sulle sue pagine social e sul suo blog.