Avete provato ogni tipo di dieta ma non siete ancora riuscite a perdere i chiletti di troppo? Potrebbe essere perché mangiate con i tempi sbagliati. Secondo una ricerca condotta in Giappone dalla Osaka University e pubblicata sul British Medical Journal, mangiare un pasto in fretta non fa bene né alla salute né alla linea. In particolare, sono state esaminate le abitudini alimentari di 3mila persone ed i risultati sono stati chiari.

Chi consuma i pasti con velocità e voracità ha l’84% di probabilità in più di ingrassare rispetto a chi lo fa con estrema lentezza. Quelle più a rischio sono le donne, che tendono a mettere su chili più facilmente rispetto ai maschietti quando non dedicano troppo tempo alla degustazione di ogni singolo boccone. Il motivo per cui tutto questo avviene è molto semplice. Mangiare velocemente rende difficile il lavoro del corpo. Il sistema che si occupa di trasmettere al cervello il senso di sazietà impiega 20 minuti per far sì che il messaggio arrivi dallo stomaco alla testa.

Solo dopo questo lasso di tempo si comincia ad avvertire la sensazione di pienezza. Il segreto per raggiungere il proprio peso forma e per limitare il più possibile il senso della fame è dunque mangiare e masticare con calma, solo in questo modo non si avvertirà più quel vuoto allo stomaco che ci porta a consumare ogni tipo di alimento in maniera compulsiva. A questo punto, a tutte quelle che tra palestra e regimi alimentari rigorosi non riuscivano a perdere peso, non resta che concedersi delle pause pranzo particolarmente lunghe: in poco tempo noteranno di sicuro i primi risultati.