Lo sai che il vino è un alleato per la nostra bellezza e il nostro benessere? In questi casi parliamo di vinoterapia, una serie di trattamenti beauty che utilizzano il vino rosso e il mosto, per ottenere il massimo dalle proprietà antiossidanti, tonificanti e disintossicanti dell'uva. Un trattamento di bellezza che nasce in Francia e che ben presto si è diffuso nel resto del mondo, soprattutto nei paesi vinicoli italiani. Ma scopriamo meglio cos'è, quali sono i benefici della vinoterapia e in quali casi è consigliata per il benessere della nostra pelle e non solo.

Cos'è la vinoterapia?

La vinoterapia o wine therapy è un trattamento che riguarda il benessere psico-fisico della persona, sfruttando le proprietà e i principi attivi dell'uva. Il vino è un alimento tonico e disintossicante, oltre ad essere un ottimo bioattivatore estetico. Grazie alla sua versatilità può dare origine a diversi trattamenti, sia in campo enogastronomico che cosmetico. Già nell'antichità, i trattamenti a base di uva erano utilizzati dai Romani, dai Greci e dalle popolazioni arabe. La vinoterapia come la conosciamo oggi, però, è nata nella regione di Graves, non lontano da Bordeaux, dove hanno sede le più antiche aziende vinicole. Gli inventori di questo trattamento sono Bertrand Thomas e Matilde Cathiard. Con il tempo, poi, la vinoterapia si è diffusa anche in Italia, Spagna, Brasile e Argentina, diventando un trattamento di tendenza per il benessere e la bellezza.

Benefici per la pelle e non solo

I trattamenti di vinoterapia possono avere diversi obiettivi: non solo lotta alle rughe, ma anche anzione depurativa e antistress. La proprietà principale dell'uva è quella antiossidante, grazie al contenuto di polifenoli che, oltre a svolgere una funzione antietà, favoriscono anche il rilassamento e la depurazione dell'organismo. Oltre ai polifenoli ci sono altre sostanze che si formani durante la fermentazione, e che donano al vino le sue importanti proprietà antiage e rassodanti: parliamo di bioflavonoidi, fitoalessine e acidi organici. La vinoterapia svolge inoltre un'azione dimagrante, rimodellando la figura. Grazie a questi trattamenti, è possibile agire anche contro problemi di elasticità e idratazione della pelle e difficoltà alla microcircolazione. Il mosto applicato sulla pelle, inoltre, la purifica e la rende più luminosa.

Quando scegliere la vinoterapia e quali sono i vini più utilizzati

È possibile scegliere la vinoterapia per combattere le rughe, per depurare l'organismo, per perdere peso, ma anche per eliminare le tossine dal nostro corpo: l'uva funziona infatti anche da antistress. I trattamenti a base di uva sono poi particolarmente indicati per chi ha problemi di elasticità della pelle, e per chi vuole incentivare la resistenza dei vasi sanguigni, così da migliorare la microcircolazione. Per la realizzazione di trattamenti di vinoterapia vengono utilizzati bucce, semi e raspo dell'uva, tutti elementi che sono sottoposti e dei processi specifici per realizzare oli essenziali, fanghi e creme.

Ogni vino ha però le sue proprietà. Tra i più utilizzati per la vinoterapia troviamo il Chianti, dalle proprietà rilassanti; il Merlot o il Cabernet che vengono utilizzati per realizzare peeling e rendere la pelle più levigata; il Lambrusco, che è ricco di antiossidanti e minerali e svolge un'azione antietà. Il Sauvignon, viene invece utilizzato per realizzare massaggi al vino, grazie alle sue proprietà rilassanti.

Trattamenti di vinoterapia nelle spa

Se volete provare la vinoterapia, in Italia ci sono diverse spa del vino: basta cercare in rete per vedere quali trattamenti offrono, anche se al momento non sembra esserci un'associazione principale che rappresenti la vinoterapia. Tra quelli disponibili in queste particolari spa troviamo soprattutto: peeling, impacchi, bendaggi, bagni in tinozze di vino e massaggi. Tutti trattamenti che, oltre a far bene alla nostra pelle, aiutano anche a ricaricare le energie, permettendo di affrontare con più slancio la vita di tutti i giorni. In ogni caso è importante ricordare che potrebbero esserci delle controindicazioni: i trattamenti a base di uva nera, infatti, potrebbero provocare effetti collaterali in soggetti allergici o con problemi di natura dermatologica. Per questo, prima di sottoporsi alla vinoterapia, è importante consultare il medico.