Contrariamente a quanto si pensa, il Brasile è un paese conservatore e fortemente cattolico. Per molti, i cinque giorni di festeggiamenti del Carnevale vengono visti come l’unica possibilità per divertirsi e per essere più lascivi, prima dell’inizio del periodo della Quaresima. In particolare, in occasione della festa chiamata “Carmelitas”, quest’anno celebrata a Rio de Janeiro lo scorso 13 febbraio, i più festaioli ripetono una sorta di rituale. Si sfidano a chi riesce a baciare più persone in un’unica serata. Isabela Melo, una ragazza brasiliana, ha spiegato: "Le persone qui di solito non vanno in giro a baciare tutti. La nostra società giudica molto male comportamenti del genere, ma tutto è diverso durante il Carnevale”.

Durante questo “rituale” è come se non esistessero più i gentiluomini, l’obiettivo dei maschi presenti alle feste è semplicemente baciare il maggior numero di donne. È possibile ottenere punti extra se si riesce a dare un bacio attraverso il finestrino di un autobus, ma alla fine ciò che conta è la quantità. Inoltre, quando la folla vede una coppia in atteggiamenti intimi, comincia ad urlare: “Bacio! Bacio!” e non smetterà fin quando le loro labbra non si toccheranno. A quel punto ci sarà un boato di applausi. Raramente le persone che si conoscono e che si baciano a Carnevale continuano poi a rimanere in contatto, nonostante molti di loro si scambino i contatti. Birra, musica ad alto volume e samba sono le altre cose che “allietano” le serate dei brasiliani in occasione di questa folle festività.