Nicole è la ragazza italiana di 18 anni che nei giorni scorsi ha fatto il giro del web dopo aver messo all'asta la sua verginità su un sito di escort. Aveva dichiarato di volerlo fare per guadagnare un gruzzolo abbastanza elevato per aiutare economicamente la famiglia e per pagarsi gli studi di economia all'università di Cambridge ma nelle ultime ore ha rivelato che si trattava solo di una provocazione, lasciando tutti senza parole con la sua idea bizzarra e controversa.

La provocazione di Nicole

Dopo aver ricevuto l'ultima offerta da capogiro pari a più di 1,6 milioni di euro, Nicole ha rivelato di non aver mai avuto intenzione di vendere la sua verginità ma di voler semplicemente lanciare una provocazione. L'unico piccolo inconveniente? Non si è resa conto del fatto che l'agenzia di escort a cui si era rivolta faceva sul serio, tanto che oggi preme affinché siano esauditi i desideri del cliente che ha fatto l'offerta maggiore. La giovane ha dichiarato:

Mi dispiace molto, chiedo scusa a tutti, per primi a mio padre e a mia madre. È iniziata come una provocazione, volevo vedere se qualcuno era davvero disposto a spendere dei soldi per una cosa così. Ma ho capito quanto fossi dentro questa storia quando è arrivata l'offerta da un milione di euro e l'agenzia mi ha chiesto di consultare un economista per scegliere come essere pagata. Allora mi sono spaventata. Più passa il tempo e più sembra tutto vero e non so come uscirne.

Perché Nicole ha finto di voler vendere la sua verginità?

Sarà perché voleva emulare l'idea di alcune ragazze che hanno guadagnato milioni con la loro verginità o perché voleva semplicemente mettere alla prova il suo sex appeal, ma l'unica cosa certa è che Nicole si ritrova in un bel pasticcio. La sua voglia di essere considerata sensuale e femminile dagli uomini più ricchi del mondo e di diventare famosa almeno per qualche ora le sta causando non pochi problemi. La storia le è decisamente sfuggita dalle mani, è finita su tutti i giornali e in tv, tanto che a scuola chiunque la riconosce. Oggi la 18enne dichiara che, se potesse tornare indietro, non farebbe nulla di tutto questo, soprattutto perché ha deluso non poco i genitori. Quello che rimane da chiedersi è: fino a che punto una ragazza poco più che maggiorenne riuscirebbe a spingersi pur di guadagnare un minuto di celebrità? L'unica cosa certa è che non viene dato più alcun tipo di valore alla verginità, quasi come se fosse considerata un peso da cui doversi disfare il prima possibile per essere considerate più "cool".