Le vene varicose compaiono sulle gambe per via di una vita troppo sedentaria, diverse ore in piedi, chili di troppo o problemi di circolazione. Al di là dell'aspetto estetico, che spesso impedisce di indossare abiti o gonne, le varici possono causare anche problemi legati alle attività più comuni, come camminare o svolgere attività fisica. Come fare allora per eliminarle?

Per prima cosa è bene modificare lo stile di vita, evitando di fumare e cercando di perdere peso seguendo un'alimentazione sana ed equilibrata. Per migliorare la circolazione del sangue è necessario è importante camminare almeno mezz'ora al giorno, e cercare di tenere le gambe il più possibile sollevate quando si è a casa. L'ideale sarebbe anche riuscire a dormire con un cuscino sotto le caviglie: in questo modo la circolazione avrebbe un flusso regolare, evitando così anche i gonfiori. Un valido aiuto possono essere le calze compressive, da utilizzare soprattutto quando si sta molto seduti o fermi nella stessa posizione. Rivolgiti al medico per scoprire qual è la tipologia corretta per te e il tempo indicato per indossarle.

Sempre per favorire la circolazione è importante il massaggio: puoi farlo anche tu stessa, ogni sera quando rientri dal lavoro. Utilizza degli oli essenziali per facilitare il massaggio, e compi dei movimenti sia sulle cosce che sulla parte bassa della gamba, polpacci e caviglie compresi. In questo modo la circolazione sarà favorita e contrasterai la comparsa delle fastidiose vene varicose. Anche l'alimentazione è importante: i mirtilli per esempio rinforzano le pareti venose, sono vasodilatatori e migliorano la circolazione del sangue. La pomata alla calendula invece, può essere utilizzata per contrastare i gonfiori e migliorare il tono delle vene.