Il mondo della moda è stato tra i più colpiti dalla pandemia, è stato costretto a fermarsi a fine febbraio, ovvero ancor prima del lockdown, e ad oggi sono molti gli eventi che non possono tenersi a causa delle restrizioni in fatto di assembramenti e distanziamento sociale. Nonostante ciò, si sta lentamente provando a tornare alla normalità tra sfilate senza pubblico (o solo con pochissimi presenti) e show in formato digitale. Settembre, come da tradizione, sarà dedicato alle Fashion Week internazionali, saranno presentate le collezioni per la Primavera/Estate 2021, ma ci sarà un piccolo cambiamento nell'attesa Settimana della Moda di Parigi.

Per la prima volta la Maison Valentino ha deciso di abbandonare la capitale francese per trasferirsi a Milano, dove le sfilate P/E 2021 andranno in scena dal 22 al 28 settembre in formato Phygital. “Questo momento senza precedenti, dovuto alla pandemia Covid-19. ha portato l’azienda a riconsiderare dove presentare la nuova collezione Valentino, scegliendo così di sfilare per questa stagione a Milano anziché Parigi”, hanno spiegato i portavoce dell'azienda in una nota inviata alla stampa. Attualmente in Francia ci sono più di 3mila contagi al giorno e la situazione comincia a essere preoccupante, dunque la Maison ha sentito il bisogno di tutelare la salute dei suoi dipendenti. Nonostante Parigi rappresenti il Dna di Valentino, quest'anno tutto verrà spostato nel capoluogo lombardo per una questione di sicurezza. Il direttore creativo Pierpaolo Piccioli, però, ha definito Milano una "nuova opportunità", nella speranza che l'esperienza rafforzi ancora di più l'identità della griffe.