Laura Gregory è una ragazza di 27 anni, viene da Sheffield, nel Regno Unito, e fin da quando aveva solo 12 anni soffre di vitiligine. Le prime macchie bianche le sono apparse sulla pancia e da quel momento si sono diffuse su tutto il corpo, provocandole non pochi imbarazzi. Per Laura è stato difficile infatti accettare una diagnosi simile. Aveva vergogna di mostrarsi in bikini, indossava sempre abiti che le coprivano quelle odiose macchie ed evitava di mettere in mostra il suo corpo.

E’ stata anche vittima di alcuni episodi di bullismo, i compagni di scuola la prendevano in giro con nomignoli vari per la vitiligine e la cosa l’ha resa ancora più emarginata. Oggi, però, è riuscita finalmente ad avere la sua rivincita. Ha dimostrare che ognuno è bello a proprio modo e che bisogna accettarsi così come si è se si vogliono raggiungere dei grandi risultato. Laura ha deciso di dare una svolta alla sua vita e di non coprire più le macchie con il make-up, come aveva fatto fino all’anno scorso.

Ha poi partecipato e vinto un concorso di bellezza, diventando Miss Continental in Inghilterra. E' riuscita a capire che non serve a niente nascondersi per una vita intera. Oggi, è fiera del percorso che ha dovuto affrontare, si accetta così com’è e si sente bellissima anche con le macchie. Attualmente è tra le 5 finaliste di Miss Scuba Regno Unito e naturalmente spera di vincere. La sua vitiligine la rende unica e forse, seguendo l’esempio di Winnie Harlow, la modella che ha trasformato le macchie bianche in un punto di forza, è riuscita a comprendere quanto la bellezza vada al di là delle imperfezioni e del colore della pelle.