Sui social se ne vedono ogni giorno di tutti i colori e sono moltissime le mode strambe e sopra le righe che si diffondono in pochissime ore in tutto il mondo. C'è chi non può fare a meno di fotografare il cappuccino che riprende i colori degli unicorni, chi vuole mostrare a tutti i costi la propria magrezza attraverso un foglio A4, chi vuole dimostrare di non avere infezioni alla vagina con uno scatto ai propri slip: insomma, quando si parla di hashtag, è possibile trovare ogni tipo di cosa in giro per il web. L'ultima trovata? Quella di ricoprire le smagliature con dei glitter.

Perché coprire le smagliature con i glitter?

Sono sempre di più le utenti del web che non riescono a fare a meno di ricoprire le proprie smagliature su gambe, seni, addome con dei glitter coloratissimi e brillanti. A lanciare il trend è stata l'artista Sarah Shakeel, che ha pensato bene di trasformare uno degli inestetismi più odiati dalle donne in un'opera d'arte. Al grido di #GlitterStretchMarks, è riuscita a far esplodere un fenomeno virale, che ha permesso a tutte di guardare alle proprie imperfezioni da un'altra prospettiva. C'è chi usa il fucsia, chi l'argento, chi il blu, l'importante è non avere paura di mettere in mostra le smagliature e le piccole imperfezioni. Il risultato è davvero incredibile, visto che gli scatti somigliano a delle opere artistiche moderne. Oggi sono moltissime le ragazze che ricoprono le smagliature con i brillantini e che riescono a inviare un messaggio positivo a tutte quelle che non riescono ad accettarsi così come sono.