Il 9 luglio è stato celebrato nella cappella reale di St James's Palace il battesimo del principe Louis, il terzo figlio di William e Kate Middleton, apparso per la seconda volta in pubblico dopo la nascita. La Royal Family ha preso parte al lieto evento (quasi) al completo ed è riuscita ad attirare l'attenzione dei media come al solito. Al termine della cerimonia religiosa i festeggiamenti sono continuati a Clarence House ma la cosa che in pochi sanno è che per tradizione è stata servita una torta non proprio fresca: ecco per quale motivo il dolce risaliva a ben 7 anni fa.

La torta scelta per il battesimo del principe Louis

Nella Royal Family esistono delle tradizioni davvero originali anche quando si parla di cibo e lo si è dimostrato anche al battesimo del principe Louis. Dopo aver preso parte alla cerimonia religiosa, durante la quale Kate Middleton ha sfoggiato un elegante abito bianco e Meghan Markle un tubino verde militare, i festeggiamenti sono continuati a Clarence House, dove tutti gli ospiti hanno potuto celebrare il piccolo mangiando una torta e bevendo tè. La cosa che nessuno si aspettava è che il dolce risaliva a ben 7 anni fa, per la precisione al matrimonio dei neo-genitori William e Kate, che si sono sposati nel 2011. All'epoca la wedding cake era stata creata da Fiona Cairns, era decorata con glassa banca e panna, 900 fiori, foglie di ghiaccio ed era costata ben 70.000 euro. A dispetto di quanto si potrebbe pensare, non si tratta di una scelta fatta per risparmiare ma di una precisa tradizione reale che risale al 19esimo secolo, secondo la quale la famiglia Windsor deve servire la torta delle nozze al battesimo del primo figlio. I due principi, però, sono andati oltre e hanno riciclato la wedding cake per tutti e tre gli eredi. Come fa a essere ancora commestibile dopo tanto tempo? E' stato aggiunto dell'alcol ogni mese, così che muffa e batteri venissero uccisi.