882 CONDIVISIONI
17 Marzo 2015
13:19

Una donna su tre è vittima di violenza: i dati allarmanti sul femminicidio

La violenza sulle donne e i fenomeni di sessismo sono dei problemi molto comuni. Le Nazioni Unite hanno diffuso dei dati davvero allarmanti: una donna su tre è stata vittima di violenza e nel 38% dei casi viene addirittura uccisa dal partner. Dall’altro lato, le differenze tra i sessi si assottigliano sempre più, soprattutto nel campo del lavoro e dell’istruzione.
A cura di Valeria Paglionico
882 CONDIVISIONI

La violenza sulle donne e i fenomeni di sessismo sono dei problemi molto diffusi e solo negli ultimi anni si sta cominciando ad affrontarli nel modo adeguato. La Conferenza mondiale sulle donne, tenutasi a Pechino nel 1995, è stato il primo momento significativo per il raggiungimento della parità tra i generi. 189 paesi si sono infatti impegnati a ridurre i fenomeni di sessismo e di discriminazione nei confronti del sesso femminile.

Oggi, le Nazioni Unite hanno confrontato le statistiche attuali con quelle di qualche anno fa che si occupano di femminicidio e i dati emersi sono allarmanti, soprattutto quando si parla di abusi e violenze. Circa il 35% delle donne in tutto il mondo ha subito violenza fisica nel corso della vita, praticamente una su tre. Il 38% delle vittime di abusi viene uccisa dal partner e nel 35% dei casi sono proprio i compagni intimi ad essere i più violenti. Le statistiche hanno dimostrato anche che una ragazza minorenne su 10 è stata costretta a fare sesso e che nella maggior parte dei casi si ha il terrore di segnalare gli abusi sessuali e fisici subiti. I risultati non sono, però, tutti negativi.

E’ stato dimostrato infatti che le differenze tra i due sessi si assottigliano sempre di più. I tassi di alfabetizzazione continuano a migliorare, così come il divario salariale e la presenza delle donne nei ruoli di leadership. Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-Moon, non è però ancora soddisfatto dei risultati ottenuti, considerati “irregolari e inaspettatamente lenti”. Entro il 2030, spera di poter assicurare al sesso femminile di vivere in un mondo dove tutti abbiano uguali diritti e possibilità.

882 CONDIVISIONI
Figli strappati alle madri vittime di violenza: nasce il comitato Femminicidio in vita
Figli strappati alle madri vittime di violenza: nasce il comitato Femminicidio in vita
L’Italia è il Paese della colpevolizzazione delle vittime di violenza
L’Italia è il Paese della colpevolizzazione delle vittime di violenza
Mai giudicare una donna vittima di violenza: come sostenerla nel modo giusto
Mai giudicare una donna vittima di violenza: come sostenerla nel modo giusto
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni