Ieri sera, in occasione della visita di Donald Trump in Gran Bretagna, la regina Elisabetta II ha aperto le porte di Buckingham Palace per un'esclusiva cena di gala. Il Presidente americano vi ha partecipato in compagnia della moglie Melania Trump e la cosa particolare è che quest'ultima ha sfoggiato dei look coordinati alle rappresentanti della Royal Family. Si sarà trattato di un caso o la sovrana avrà imposto un preciso dress code alle donne presenti alla serata?

I look per la cena di gala con Trump

Donald e Melania Trump sono volati a Londra per una visita ufficiale alla Royal Family e, come succede a ogni apparizione pubblica della coppia, ad attirare le attenzioni del pubblico sono i look griffati della First Lady. Se per l'arriva in Gran Bretagna aveva puntato tutto su un abito ispirato a Lady Diana, per la cena di gala tenutasi ieri sera a Buckingham Palace ha preferito un lungo vestito a sirena in bianco di Dior che le ha fasciato la silhouette impeccabile, caratterizzato da delle trasparenze sulle spalle e abbinato a un paio di guanti lunghi fino al gomito. Ha poi preferito rinunciare ai capelli sciolti e sfoggiare un'elegante acconciatura raccolta. Il dettaglio che tutti hanno notato è che anche tutte le donne della Royal Family hanno optato per il total white per l'esclusiva serata, da Kate Middleton con il look da principessa firmato Alexander McQueenCamilla Parker Bowles, fino ad arrivare alla regina Elisabetta, che non poteva che completare il tutto con i preziosi gioielli di famiglia, ovvero la collana e la corona in diamanti e rubini. Che ci fosse o meno un dress code imposto, non importa, l'unica cosa certa è che le protagoniste della serata sono apparse tutte raffinatissime.

Il significato della tiara di rubini della regina Elisabetta II

La regina Elisabetta II ha indossato una preziosissima tiara alla cena di gala organizzata in onore di Donald e Melania Trump ma in pochi sanno il motivo per cui ha scelto proprio quella per l'evento esclusivo. Il diadema è stato realizzato nel 1973 dalla gioielleria House of Gerrard con 96 rubini provenienti dalla Birmania e, secondo alcune indiscrezioni, si trattava di un dono che il paese aveva voluto fare alla sovrana inglese in occasione del suo matrimonio con il principe Filippo per proteggerla dalle malattie e dal male, visto che nella cultura birmana quelle pietre preziose avrebbero un significato simbolico. Visto che la visita del Presidente americano non era stata accolta con piacere dai sudditi, che hanno dato vita a non poche proteste in Inghilterra, probabilmente Elisabetta ha voluto usare una sorta di "talismano" per proteggersi. Si sarà trattata solo di una coincidenza?