Dree Hemingway in Prada
in foto: Dree Hemingway in Prada

Volti di mostri celebri del cinema e della letteratura, come Dracula e Frankenstein, ma anche dettagli macabri, come scheletri e artigli di bestie inferocite, queste le caratteristiche della tendenza più dark dell'Autunno/Inverno 2019-2020. L'horror prende dunque il sopravvento e quest'inverno la moda propone abiti e accessori "macabri" sfruttando le icone della paura che solitamente vediamo nei film al cinema. Il trend nato sulle passerelle invernali ha rapidamente preso piede, soprattutto nel periodo precedente ad Halloween, facendo proseliti tra star italiane e internazionali. Sul red Carpet della Festa del Cinema di Roma Dree Hemingway, ad esempio, ha sfilato con un originale felpa total black con su stampato il volto di Frankenstein e della sua amata. Stampe simili ricoprono anche le camicie che ha sfoggiato Sfera Ebbasta in alcune puntate delle selezioni di X Factor 2019.

Da Dracula a Frankenstein: spopola il trend monster

Come spesso accade, è stata Miuccia Prada a lanciare sulle passerelle Autunno/Inverno 2019-2020 il trend "horror": nella collezione invernale di Prada, su felpe, shirt e persino abiti da sera, spuntano i volti di inquietanti Frankenstein e altri dettagli macabri in versione cartoon, il tutto mescolato con rose stampate, fulmini e tulipani che spuntano da gonne longuette, abbinate a capi dal mood militare e maxi anfibi con imponenti suole carro armato. La tendenza horror si è rapidamente diffusa e ormai da tempo i brand low cost, da Primark a Bershka e H&M, propongono in collezione capi e accessori decorati con vecchie locandine di film horror o con il volto di Dracula. Su borse, scarpe e altri accessori firmati Moschino spiccano mostri di palude e artigli di spaventose creature tramutate in icone pop dallo stilista del marchio Jeremy Scott. Abiti e accessori "horror" sono ovviamente perfetti per creare un perfetto look di Halloween o per aggiungere a un outfit dark scelto per la notte delle streghe un dettaglio originale e inaspettato.