"Stranger Things" è la serie di Netflix arrivata alla sua terza stagione che sta facendo impazzire milioni di fan in tutto il mondo. Racconta le avventure di un gruppo di bambini di Hawkins, una cittadina americana in cui accadono cose misteriose, che, tra poteri paranormali, amicizie profonde e giochi da "nerd", sfoggiano dei look in pieno stile anni '80, il periodo in cui è ambientata la storia. La cosa che in pochi sanno è che i capi di abbigliamento e gli accessori non sono stati scelti per caso, i costumisti hanno fatto degli approfonditi studi della cultura pop di quegli anni per arrivare a dei risultati tanto impeccabili, tanto che quasi tutti i capi hanno dei significati simbolici molto particolari, dal cappello di Lucas alla camicia hawaiana di Hopper.

Il cappello anni '80 di Lucas

Chi ha notato il cappello di Lucas nella terza stagione di "Stranger Things"? Si tratta di un classico modello con la visiera, decorato con la scritta Ceramiche Ariostea sulla parte anteriore, un dettaglio davvero molto strano se si considera che la storia è ambientata nell'Indiana. L'azienda nominata sull'originale accessorio è infatti di Reggio Emilia, produce pavimenti e rivestimenti in marmo, pietra, legno, porcellana e ceramica ma è diventata famosa nel 1984 quando ha fondato una squadra ciclistica. Visto che le avventure di Hawkins sono ambientate nel 1985, non sorprende che Lucas, appassionato di bicicletta, portasse un accessorio simile.

Dustin con la t-shirt abbinata al berretto

Nella terza stagione di "Stranger Things" Dustin torna ad Hawkins dopo aver passato qualche mese lontano dai suoi amici più cari in un campo vacanze, dove ha incontrato la ragazza di cui è innamorato, Suzie. L'esperienza gli ha cambiato così tanto la vita che non può fare a meno di indossare dei look "a tema", ovvero una t-shirt e un berretto giallo e verde con la scritta "Camp '85 Know Where". Che fine ha fatto il berretto bianco, blu e rosso che indossava nelle precedenti edizioni? Lo ha regalato a Suzie, come dimostra la scena in cui i due cantano "Never ending story", durante la quale nella stanza della bambina viene inquadrato proprio l'accessorio del bambino-eroe. Insomma, quella scelta di stile del protagonista in verità nasconde un profondo amore verso la coetanea.

La camicia hawaiana di Hopper è andata sold-out

Tra i personaggi iconici di "Stranger Things 3" non può mancare lo sceriffo Hopper, che in questa stagione combatte il male in camicia hawaiana e jeans scoloriti in perfetto stile Magnum P.I. Il modello rosa e verde che ha indossato è firmato Hot Topic, costa 39 dollari e, fin da quando la nuova edizione della serie Netflix è stata rilasciata, ha registrato il sold-out. Se fino a qualche tempo fa le camicie a maniche corte decorate con i fiori erano un capo assolutamente da bandire, da usare al massimo durante una vacanza in un luogo esotico, ora sono diventate davvero irresistibili grazie allo sceriffo di Hawkins che ne ha usata una addirittura per un appuntamento galante.

Perché Steve indossa una divisa da marinaio

Nella terza stagione Steve si ritrova single e diplomato e, non essendo stato ammesso a nessun college, ha cominciato a lavorare in un negozio di gelati, dove è costretto a indossare una divisa da marinaretta con la scritta "Scoops Ahoy". Il look è un riferimento al film comico del 1982 "Fuori di testa" ma l'intento dei costumisti e degli sceneggiatori era molto più particolare: far apparire il protagonista, precedentemente presentato come un playboy, molto più "ridicolo" del solito. E' proprio per questo che sfoggia un cappellino che copre il ciuffo fluente, ovvero il punto di forza della sua immagine, e che fa fatica a conquistare le donne.

Levi's ha vestito Undici

Erano gli anni '80 quando Levi's ha cominciato ad avere un forte peso sulla cultura e sullo stile quotidiano e, in occasione della terza stagione di "Stranger Things", che ha reso omaggio proprio a quell'epoca, il brand non ha potuto fare a meno di lavorare a stretto contato con i costumisti della serie, così da poter realizzare dei look speciali per i protagonisti. Dustin e Undici indossano infatti dei vestiti e degli accessori del marchio, il primo porta il cappello e la t-shirt "Camp Know Where", la seconda la camicia gialla e nera Aztec Print e i pantaloni neri a vita alta che ha anche nello scontro finale con il Demogorgone. I capi fanno parte della capsule collection Levi's x Stranger Things pensata per l'Autunno/Inverno 2019-20, nella quale sarà possibile trovare anche t-shirt e felpe con le grafiche e le scritte iconiche della serie, come ad esempio quelle con il logo rovesciato, un chiaro riferimento al Sottosopra. Insomma, a quanto pare per essere alla moda bisognerà ispirarsi agli anni '80 anche durante il prossimo inverno, in quanti non vedono l'ora di riprodurre alla perfezione i look dei bambini di Hawkins?