Di lei s’innamorò subito tutta l’America degli anni Trenta, trasformandola in un’icona e un’artista di fama internazionale. Sarebbe bastato, del resto, guardare la copertina di Vogue a lei dedicata risalente al lontano 1937 per comprendere quanto Frida Kahlo fosse da subito destinata a essere un modello per il mondo femminile. Per questo non ci si stupisce se dalla sua bellezza selvaggia e dal suo temperamento ribelle in molti, persone e brand, si siano lasciati ispirare.

Un inno alla femminilità in una collezione che celebra una passione ardente

A Frida si è ispirato anche Kidult, il concept brand della maison di gioielli Mabina, qualche anno fa ha lanciato l’ormai famosa Life Collection, una collezione che parla a tutte le donne. “Love, Family, Symbols, Spirituality, Free Time, Special Moments, Animal Planet, Nature, Philosophy, Irony, Charity” sono gli elementi che Kidult ha racchiuso nel suo Cerchio della Vita e che rappresentano il percorso di vita di ogni donna. Questa volta il Cerchio della Vita si riempie dei colori, dei simboli e delle idee di un personaggio autentico e appassionato come Frida. A lei Kidult, su licenza della Frida Kahlo Corporation, ha dedicato un’intera ed esclusiva collezione ufficiale, la Frida Kahlo Official Collection, per renderle omaggio e per incoraggiare le donne a vivere intensamente, senza rimpianti e rinunce, portando sempre al polso la filosofia e l’immagine di Frida. Sei bracciali da donna che riportano la sua icona colorata e le sue rose nei ciondoli, o che riportano alcuni dei suoi messaggi forti e chiari. Ogni donna potrà riconoscere immediatamente il suo ideale da portare avanti, come lei fece nel 1954: “Viva la vida”, suo messaggio di gratitudine e di bellezza.

Il coraggio di rimanere fedele a se stessa

Ma chi è Frida Kahlo e perché ancora oggi anche i brand continuano a parlare di lei in modo così vivace e attuale? I suoi dipinti sono stati dirompenti sia dal punto di vista iconografico, sia dal punto di vista sociologico. Come disse Diego Rivera: “Frida è la prima donna nella storia dell’arte ad aver affrontato con assoluta e inesorabile schiettezza, si potrebbe dire in modo spietato ma nel contempo pacato, quei temi che riguardano esclusivamente le donne”. La donna Frida Kahlo è sempre stata forte e audace: difficile etichettarla o rinchiuderla in facili definizioni o in semplici canoni estetici o etici. Frida è Frida, niente di più e niente di meno. Ha aperto delle finestre sulla sua anima, ma ha anche aperto delle porte affinché ogni donna uscisse da un bozzolo di limitazioni e avesse il coraggio di essere fedele a se stessa.

La passione cocente

Fin dall’infanzia ha sempre mostrato un carattere intrepido e passionale, anche se in un corpo molto fragile. Era affetta da spina bifida, ma i genitori l’avevano sempre curata per la poliomelite. L’anno che le cambiò irrimediabilmente la vita fu quello del primo incidente: aveva solo 18 anni e l’autobus su cui viaggiava si scontrò con un tram. Subì fratture multiple che la costrinsero a letto per mesi, sottoponendosi a numerose operazioni e subendo limitazioni per tutta la vita, tra le quali anche l’impossibilità di avere figli.

Autenticamente Frida

Eppure quell’incidente fu l’inizio della sua vita dedicata all’arte. L’immobilità forzata non le impedì di posizionare uno specchio, inforcare un pennello e di iniziare la scoperta di sé e della sua vita interiore – proprio come Kidult, attraverso il motto “Discover your Life” invita a fare. L’incidente non le impedì di dipingersi così com’era, con le sue folte sopracciglia e la peluria sul labbro superiore, di non adeguarsi al pensiero e ai canoni estetici della società dominante. Indossò sempre gli abiti matriarcali della zona di Tehuantepec, in Messico (la colorata tehuana) con i quali metteva in evidenza le sue profonde radici. Sposò Diego Rivera, un artista col quale rimase legata per tutta la vita, tra divorzi e seconde nozze, ebbe amanti di “alto rango”, come il poeta André Breton e il rivoluzionario Lev Trotsky, e cercò sempre di catturare il meglio che la vita potesse regalarle.

La Frida Kahlo Official Collection ambisce a catturare lo spirito di Frida consapevole che, se è impossibile imbrigliare un’anima ribelle come la sua, almeno si può tentare di portare sempre con sé, attraverso un gioiello, il suo indomito inno alla vita.