La nuova linea di pennelli firmata M·A·C  Cosmetics ha fatto scalpore in tutto il mondo: il brand canadese ha infatti lanciato sul mercato da qualche giorno tre nuovi pennelli del tutto differenti da quelli già presenti negli store. La nuova gamma si chiama Masterclass ed è stata creata per l'uso quotidiano e non solo per essere utilizzata dai make up artist. Ma perchè tanto stupore?

I nuovi pennelli di M·A·C  più che pennelli per l'applicazione del make up sembrano spazzole vere e proprie. In realtà si tratta di beauty tools a tutti gli effetti, studiati ergonomicamente per permettere un'applicazione più facile e di avvicinarsi maggiormente allo specchio nella fase del trucco. Grazie al manico verticale e alle setole perpendicolari ad esso i nuovi pennelli sono stati pensati per essere utilizzati parallelamente al viso, e promettono di essere ultra pratici e di permettere un'applicazione dei vari prodotti più semplice. Sono disponibili in tre misure, Linear 1, Oval 3 e Oval 6, e sono tutti composti con una nuova setola sintetica, la Cosmefibre : il primo ha le setole fini e strette, ideali per applicare le polveri con la massima precisione, per definire le sopracciglia e per applicare i rossetti, il secondo ha una forma allungata ed ovale ed è perfetto per l'applicazione di correttore, ombretti e per creare le sfumature, mentre il terzo, il più grande della gamma, è ideale per stendere fondotinta, ciprie e blush ottenendo un incarnato perfetto e naturale.

Nick Gavrelis, Vice Presidente di  M·A·C Cosmetics, afferma che questi pennelli sono stati creati pensando ai primissimi pennelli in circolazione, creati con ossa o rametti di legno e le setole composte a da piume o pelo animale, che erano utilizzati per sviluppare la creatività dell'uomo primitivo. Con questa tipologia di pennelli in mente è nata la collezione Masterclass, ideata per un'applicazione del make up più confortevole e soprattutto dedicata non solo ai make up artist, ma alle donne comuni che vogliono essere perfette nella quotidianità. Le fibre con cui sono composti i pennelli sono sintetiche ma sono paragonabili a quelle naturali sia al tatto che per l'effetto finale. Ovviamente questi nuovi pennelli non andranno a sostituire la gamma già presente ma semplicemente a completarla.