Il make up occhi più amato, e allo stesso tempo temuto dalle donne, è sicuramente lo smokey eyes. Gli "occhi fumosi" rendono lo sguardo intenso e magnetico: un trucco ideale per la sera, ma anche per il make up di tutti i giorni, senza calcare troppo la mano. Si tratta di una tecnica che può apparire complessa, ma che è possibile realizzare in diversi modi, anche in base alla manualità o all'esperienza: esistono infatti diverse tecniche per realizzare lo smokey eyes e, la complessità o meno di questo trucco occhi, dipende sia da quanti prodotti decidiamo di utilizzare per realizzarlo, ma anche dalla tipologia di make up che scegliamo. Esistono delle regole base da rispettare, ma possiamo poi decidere l'intensità del make up e in che modo vogliamo incorniciare il nostro sguardo per renderlo affascinante e sensuale.

Le regole generali per lo smokey eyes perfetto e i metodi per realizzarlo

Prima di realizzare lo smokey eyes è importante sapere che si tratta di una tecnica che non prevede linee decise e particolari grafismi, anche se in alcuni casi si predilige l'uso dell'eyeliner al posto della kajal. In realtà l'effetto finale dovrebbe essere sfumato evitando l'effetto "occhio pesto". Di solito si utilizzano i toni del grigio e del nero ma è possibile realizzare questa tecnica anche con altri colori, utilizzando le tonalità del bronzo e del marrone, puntando magari su nuances luminose e puntando anche sul verde o sul vinaccia, colori che sono più facili da sfumare rispetto al nero. Il vostro smokey eyes dovrà poi sempre essere completato applicando abbondande mascara che contribuirà e rendere l'effetto più intenso.

Con la matita occhi: le mosse giuste per un risultato pieno e definito

Per realizzare lo smokey eyes è importante focalizzarsi con il colore sulla palpebra mobile, sfumando poi man mano verso la palpebra fissa. Potete realizzare tutto ciò anche solo con la sola matita occhi nera o del colore che preferite: l'importante è che sia morbida, meglio quindi optare sempre per la kajal, meglio se pigmentata. Stendete la matita partendo dall'attaccatura delle ciglia e soffermandovi tra una ciglia e l'altra per donare intensità allo sguardo e avere un risultato omogeneo senza antiestetici spazi vuoti. Ora non resta che sfumare: per farlo utilizzate un pennello pulito e lavorate sulla matita sfumando poco alla volta e senza salire troppo. Ricordate di procurarvi almeno due pennelli per l'ombretto: appena il primo sarà troppo saturo di colore, cambiatelo con uno pulito, così da evitare l'effetto "occhio nero".

Con ombretto in crema o matitone: per una tecnica semplice dal risultato omogeneo

Il matitone occhi o l'ombretto in crema permetteranno di creare uno smokey eyes più omogeneo con la possibilità di scegliere tra più colori e sfumature. Scegliete prima una nuances di ombretto in crema luminosa da applicare come base, applicandola dalla base delle ciglia e fino alle sopracciglia. Lasciate asciugare e stendete il colore più scuro concentrandovi sulla palpebra mobile. Se optate per il matitone applicate quello chiaro partendo dall'angolo interno dell'occhio e fino a metà palpebra mobile, utilizzate ora il matitone scuro da passare su tutta la palpebra mobile e sfumate. Potete poi applicare un po' di nuance chiara nell'angolo dell'occhio, senza sfumare, in modo da far risaltare il make up.

Con gli ombretti in polvere: metodo più complesso che garantisce un risultato armonioso

Realizzare lo smokey eyes con gli ombretti in polvere è sicuramente più complesso ma resta anche il prodotto che dà maggiori soddisfazioni in quanto permette di creare un risultato armonioso. La difficoltà sta comunque nel numero di ombretti che decidiamo di utilizzare: il consiglio è di usarne al massimo due, se poi vogliamo realizzare un effetto più tridimensionale dobbiamo optare almeno per tre ombretti. Per realizzare uno smokey eyes ad un livello più avanzato cominciate a stabilire che limite volete dare al vostro make up occhi: applicate la tonalità nude, preferibilmente con effetto matt, poco sopra la piega dell'occhio. Ora potete applicare sulla palpebra mobile la tonalità più scura per poi sfumarla con il pennellino. Ovviamente la quantità di colori da utilizzare dipende dall'effetto che volete creare. Ricordate che è sempre importante evitare degli stacchi netti tra le diverse tonalità, ma sfumate gli ombretti in modo da realizzare un effetto equilibrato.

Con un mix di prodotti: la tecnica ideale per un "effetto wow"

Altra tecnica per realizzare lo smokey eyes è quello di combinare diversi prodotti. È possibile ad esempio utilizzare l'ombretto in crema come base, sul quale applicare quello in polvere per ottenere un effetto più duraturo e particolare. Potete poi creare un punto luce nell'angolo interno dell'occhio utilizzando un prodotto in crema che donerà un risultato più intenso rispetto all'ombretto in polvere, oltre a durare più a lungo. Per uno smokey eyes dall'effetto tridimensionale potete creare un'altra combinazione vincente: applicate con le dita un prodotto cremoso dal finish metallico solo al centro della palpebra, otterrete così anche un effetto bagnato molto particolare.