Sharon Stone
in foto: Sharon Stone

Anche se tutti la conoscono come attrice, Sharon Stone ha voluto mettersi a nudo maggiormente come donna raccontando se stessa e la propria vita in un libro. Quello che fa col lettore è un viaggio emozionale di scoperta, di accettazione, di amore e anche di guarigione, che attraversa la sua vita a cominciare dagli anni del liceo fino a quelli del successo a Hollywood, passando per le molestie fino alla recente malattia. L'attrice, infatti, è reduce da un'esperienza che l'ha molto segnata psicologicamente e fisicamente, un problema di salute che l'ha messa per la prima volta di fronte alla possibilità di non farcela. La morte si è insinuata nella sua vita per la prima volta con quell'emorragia cerebrale, ma la sua autobiografia è stata una sorta di catarsi per tornare al mondo con energia e voglia di vivere, ma soprattutto con verità. La 63enne, intervistata da Elle, ha ribadito l'importanza per le donne di fare squadra, di raccontarsi senza vergogna, senza filtri, senza il bisogno di voler a tutti i costi piacere e essere accettate. Lei, col passare degli anni, ha raggiunto una maturità tale da non preoccuparsi più di queste zavorre.

Sharon Stone e il potere delle donne

"È giunto il momento per le donne di raccontare la nostra storia, di smetterla di vergognarsene" ha detto la famosa attrice, convinta che le donne abbiano forza da vendere e possiedano tutti gli strumenti e le capacità per farsi ascoltare, una volta che ne hanno l'opportunità. Lei ama raccontare di sé, non vuole che siano gli altri a dipingere la sua vita e a dare colore alle sue esperienze. Anzi, forse per troppo tempo ha lasciato che fosse così nel corso della sua carriera. "Il mondo è stato molto impegnato a inventare storie su di me" ha detto nell'intervista, in cui si è soffermata soprattutto sull'aver rischiato la vita e su come, superato quel pericolo, sia riuscita a trovare un nuovo equilibrio con sé e la propria immagine. Le era stata diagnosticata una possibilità di sopravvivenza dell'1% e ce l'ha fatta: "C'è una vita prima del mio incidente cerebrale e un'altra dopo. La trasformazione è stata radicale. Ho deciso di sbarazzarmi di cose e persone vane e di circondarmi solo di positività. Quello che ci stanca davvero non è la coercizione esterna, ma l'imperativo interno di dover fare sempre di più e dare una buona immagine. Dobbiamo spezzare questa catena di abusi".

Sharon Stone
in foto: Sharon Stone

Essere una donna al giorno d'oggi

Le donne per troppo tempo sono state vittime di violenze e brutalità che hanno taciuto, ma tutto quel complesso mondo sotterraneo sta piano piano venendo a galla, proprio perché ci si sta liberando della paura e della vergogna che per troppo tempo hanno fatto da padrone. "Siamo finalmente arrivati ​​a un punto in cui stiamo portando alla luce i temi della perdita e del dolore, dello stupro e della brutalità, di tutte le cose che sono successe a noi donne, senza portarci più dietro la colpa o la vergogna che non ci appartengono" ha detto Sharon Stone. L'attrice (che è una convinta femminista) ritiene che la sorellanza esista, ma che purtroppo il maschilismo e il patriarcato siano ancora dominanti: "Quando sei una donna, sei sottoposta ad un'analisi approfondita che non è imposta agli uomini. Analizzano la tua vita sessuale, la tua storia, le tue tendenze politiche". Ma appunto, le cose stanno cambiando e la rotta si sta finalmente invertendo: "È vero che prima c'erano situazioni peggiori, molto più umilianti e brutali e difficilmente venivano denunciate. Oggi, invece, puoi alzarti e dire: No, e non è andata così".

C'è bellezza anche nella vecchiaia

Nel servizio fotografico che Sharon Stone ha realizzato per questa intervista la vediamo coi capelli corti e sbarazzini, scopre le gambe e gioca con la macchina fotografica divertendosi a cambiare abito e posizione. Le sue esperienze di vita l'hanno portata ad avere un buon rapporto col proprio corpo e con la propria immagine, ma anche con la propria età. La vecchiaia nella nostra società, soprattutto per una donna e ancora di più per una donna del mondo dello spettacolo, è vista come un problema. Lei è una di quelle che coi suoi 63 anni non ha problemi: "Sono felice come donna matura, perché ho avuto buone probabilità di morire. E mi sento fantastica, vecchia e viva. Abituiamoci all'idea che è bello essere vecchi e intelligenti". Forse il segreto della Stone, così radiosa, è proprio il suo rapporto con gli anni che passano, che per lei non sono altro che anni di vita guadagnati, non anni di bellezza persi.