pillolo

Tanto si è parlato di anticoncezionali, di preservativi e di pillola. Ultimamente oltre ai benefici e danni della pillola anticoncezionale, ci sono state ricerche anche nell’ambito dell’interruzione di gravidanza a feto non formato attraverso la pillola del giorno dopo (ultima è quella con valenza per 5 giorni). Nonostante si sia accennato a statistiche che prevedono “scambi eguali” tra preliminari e il mancato uso del preservativo, oggi arriva anche una nuova rivoluzione nel campo dell’anticoncezionale.

È stato definito il “pillolo”, si tratta di una compressa, già in commercio, che l’uomo dovrà ricordarsi di prendere ogni giorno. Purtroppo un’intervista ha dimostrato la poca affidabilità che la donna riserva nel suo compagno. Duecentoquaranta le donne sottoposte a questo sondaggio dall’università inglese di Teesside, il cui studio è stato successivamente pubblicato su Journal of Family Planning and Reproductive Health Care. Interrogati anche 140 uomini sulla loro eventuale volontà di assumere questo “pillolo” e anche sulla loro eventuale costanza. «Siamo giunti a tre conclusioni principali – spiega Judith Eberhardt, autrice della ricerca – la prima e' che sia gli uomini che le donne hanno una buona percezione della contraccezione orale maschile, e pensano che sia una buona idea. Le donne però non si fidano della capacità degli uomini di ricordarsi di prendere la pillola tutti i giorni, e pensano sarebbe meglio studiare qualche soluzione che preveda ad esempio un singolo impianto che dura anni, come quelli già sviluppati per le donne. Infine gli uomini che hanno una relazione stabile sono più favorevoli rispetto a quelli che hanno rapporti occasionali».

Roberta Santoro